HOME D.E. GUEST BOOK SPORT ISCRIVITI DELFINARIO LINKS COOKIE POLICY


•   Nuovi progetti attivati al Gill Hotel
“Ci piace la Canapa!” - “GILL GARAGE Ciclofficina”

•   Il concerto per Santa Cecilia
•   PALAGIANELLO (TA). Presentazione del progetto culturale 'Semina' per rivivere la gravina dopo l‘incendio di agosto scorso.
•   La fascinazione della parola, workshop con Mimmo Cuticchio
•   Taranto 20 novembre sera, continua il tour del Balletto di San Pietroburgo


•   Altolà dall'Antitrust europeo: fuori Marcegaglia dalla cordata per Ilva
•   INTERESSANTISSIMA INIZIATIVA A PULSANO PER DISCUTERE DELLE IMPRESE DEL FUTURO.
•   DIT, ZULLO: "LEGISLATURA DI EMILIANO ALLO SBANDO. E INTANTO LA PUGLIA SPROFONDA!"


•   PIANO DI RIORDINO, ZULLO: OTTO MESI PER NON CONOSCERE DATI VITALI PER LA SANITA’ PUGLIESE. QUESTA E’ LA VERA VIOLENZA!

•   ILVA - BONELLI (VERDI): GIUSTO L'INTERVENTO DELL' EUROPA. MA L'EMERGENZA AMBIENTALE CONTINUA
•   La Sicurezza a scuola e in azienda, gli studenti sono equiparati a lavoratori


•  U Tarde nuestre -
rassegna quotidiana

•  Basket
•  Atletica
•  Delfini Erranti Touch Rugby Taranto
•  Altri


Notizie
Ricorrenze
Raccolta Foto


Google
Web DelfiniErranti.Org



stampa l'articolo
Manduria, ad Acustica arrivano Mario Rosini & Duni Jazz Choir
martedì 14 novembre 2017

da Artilibrio OdV Onlus
artilibrio@gmail.com



Manduria, ad Acustica arrivano Mario Rosini & Duni Jazz Choir
Cinquanta sfumature di groove in concerto, il 17 al Museo del Primitivo
 

Otto voci e un pianoforte bastano a Mario Rosini & Duni Jaz Choir per rapire chi ascolta in un irresistibile mosaico di generi musicali, tenuto insieme dal potentissimo collante del groove afroamericano.
 
È a questo spettacolo che assisterà il 17 novembre prossimo a Manduria il pubblico di “Acustica - musica in purezza”, la rassegna firmata dalla direzione artistica di Salvatore Moscogiuri per Artilibrio e realizzata con la partnership organizzativa di Produttori Vini Manduria.
 
Dopo l’applauditissimo concerto di apertura con Nico Morelli, il festival continua con i grappoli di note e voci della formazione guidata da Mario Rosini, artista dotato di una tecnica pianistica sopraffina e di un’intensità vocale e interpretativa che ricorda quella di Stevie Wonder.
Sul palco della Sala del Museo della Civiltà del Vino Primitivo di Manduria, gli otto protagonisti della serata si esibiranno in un repertorio fatto di grandi classici italiani e internazionali, caratterizzati da arrangiamenti originali, freschi e spumeggianti, per uno spettacolo, sonoro e visivo, di sicuro impatto.
Da Gino Paoli a Duke Ellington, da Tony Renis a George Gershwin: cinquanta sfumature di black music, tra pop, jazz, swing e funk.
 
Il progetto musicale che approda ad Acustica è di recente fondazione, ma è già stato apprezzato da pubblico e critica in numerosi concerti, tra cui quello al Palafiori di Sanremo, nei giorni del Festival della Canzone Italiana di quest’anno.
E Sanremo campeggia anche nel curriculum personale di Mario Rosini, che arrivò secondo nell’edizione 2004 del Festival con la canzone Sei la vita mia. Autore di grande livello, oltre che pianista e cantante, Mario Rosini è docente di Canto Jazz al ‘Paisiello’ di Taranto e Presidente della Commissione Artistica del prestigioso Premio Mia Martini. Nel corso della sua carriera, ha lavorato anche con Pino Daniele, Mia Martini, Irene Grandi, Alex Britti e Dirotta su Cuba, collezionando concerti e incisioni di notevole rilevanza artistica.

Con Rosini canteranno nel Duni Jazz Choir: Sara Rotunno, Grazia Lombardi (soprani), Badria Razem, Desiré Colangelo (contralti), Emanuele Schiavone, Vito Giammarelli (tenori), Nicola Lazazzara (basso).
 
L’evento del 17 novembre sarà come sempre a ingresso gratuito. L’accesso in sala sarà consentito dalle ore 19:30, mentre l’evento inizierà alle 20:00. Per info, chiamare il numero 099.9735332 o scrivere a rec@cpvini.com.

 

 

 

 





Segnala questa pagina
mappa del sito

Per un tuo commento scrivi sul Guest Book del Delfini Erranti


home   cookie policy guest book   sport   cultura   società   ambiente   delfinario   blunote