HOME D.E. GUEST BOOK SPORT ISCRIVITI DELFINARIO LINKS COOKIE POLICY


•   ELEZIONI BARI, CENTRODESTRA UNITO-COMPATTO-DETERMINATO A CONQUISTARE LA GUIDA DELLA CITTA’
•   Pulsano: comunicazioni consigliere Di Lena
•   Pulsano: comunicazioni consigliere Di Lena
•   INTIMIDAZIONI MONTE SANT'ANGELO: SOLIDARIETA' ANCI PUGLIA A SINDACO D'ARIENZO E ASSESSORE RIGNANESE
•   PESCA: MONTECITORIO SI ACCINGE A DISCUTERE LA RIFORMA ITTICA


•   TARENTÃŒNULA " STAGE DI PIZZICA TARANTINA
•   La musica dei Balcani a Lecce con il Federico Pascucci East Trio.
Il ‘Venerdì LIVE’ dell'Osteria della divina provvidenza.

•   Libro: Internet ha ucciso il Rock
•  Centro di Documentazione


•   GRAZIE PER LA VOSTRA VICINANZA
•   PUGLIA POPOLARE: Passa dai giovani la rivoluzione gentile.
•   Pulsano: comunicazioni consigliere Di Lena


•  U Tarde nuestre -
rassegna quotidiana

•  Basket
•  Atletica
•  Delfini Erranti Touch Rugby Taranto
•  Altri


Notizie
Ricorrenze
Raccolta Foto


Google
Web DelfiniErranti.Org



stampa l'articolo
L'Italia dei quaquaraquà!
mercoledì 10 ottobre 2018

da Press Noiconlitalia
press.noiconlitalia@gmail.com

DEF, ZULLO: DOVREBBE ESSERE VIETATO FARE CAMPAGNE ELETTORALI CON PROMESSE ANTICOSTITUZIONALI
Dichiarazione del presidente del gruppo regionale di Direzione Italia/Noi con l’Italia, Ignazio Zullo



Quello che viviamo in questi giorni dà l'idea di un'Italia di quaquaraquà!
La Costituzione, sulla quale giura il Presidente del Consiglio, i Ministri, i vice-ministri e i sottosegretari all'art. 97 sancisce: "Le pubbliche amministrazioni, in coerenza con l’ordinamento dell’Unione europea, assicurano l’equilibrio dei bilanci e la sostenibilità del debito pubblico".
Altro che .. "chi se ne frega dell’Europa!"
La verità è che sarebbe opportuno che già nelle campagne elettorali fossero censurate quelle promesse incompatibili con l'equilibrio di bilancio, la sostenibilità del debito pubblico e con la coerenza all'ordinamento dell'Unione Europea. E, invece, il Movimento 5 Stelle e la Lega di Salvini crescono nelle urne e nei sondaggi con propaganda che viola l'art. 97 della Costituzione, mentre le altre forze politiche responsabili e rispettose perdono consensi.


E’ vero, il presidente Mattarella è intervenuto per chiamare la Costituzione, ma io mi chiedo: cosa potrebbe succedere se non dovesse firmare la Manovra finanziaria che prevede l'insostenibilità del debito pubblico? E’ probabile che Di Maio e Salvini aizzerebbero i propri sostenitori contro il Presidente della Repubblica e la Costituzione. Ma se dovesse firmare l'Italia rischia il default e Mattarella ne diventerebbe il primo responsabile.


Ecco perché occorrerebbe valutare i programmi elettorali dei partiti prima delle elezioni per comprenderne la compatibilità con la Costituzione. Troppo facile per Salvini e Di Maio acquisire consensi promettendo mari e monti mentre l'Italia fallisce nell'incoscienza dei propri sostenitori.
Facile e immorale!

Bari, 9 ottobre 2018


****************************
per informazioni
mariateresa d'arenzo
338/2447026



Segnala questa pagina
mappa del sito

Per un tuo commento scrivi sul Guest Book del Delfini Erranti


home   cookie policy guest book   sport   cultura   società   ambiente   delfinario   blunote