HOME D.E. GUEST BOOK SPORT ISCRIVITI DELFINARIO LINKS COOKIE POLICY


•   MANDURIA (TA): La Coldiretti nella gestione del Parco dei Messapi
•   RICONOSCIMENTO NAZIONALE PER IL PIZZAIOLO TARANTINO PROFESSIONISTA MICHELE DI BARI
•   PULSANO: IL COMUNE FA COPRIRE TUTTE LE BUCHE SU VIA TARANTO

•   STELLATO-LUPO: coesione e rilancio,
i nostri impegni per Taranto

•   COMUNICATI STAMPA DEL M5S


•   Taranto, tutto pronto per la Festa di Sant'Antonio 2019
•   “Storia e Architettura”
“San Pietro: l’altra Basilica”.

•   Attenti a quei due: confronto diretto tra Mare e Terra in una sfida tra grandi chef
•  Centro di Documentazione


•   Riesame AIA ex Ilva: le valutazioni e richieste di Legambiente
•   Il Dossier Taranto di Legambiente sull’ex Ilva
•   GRETA CHIAMA TARANTO


•  U Tarde nuestre -
rassegna quotidiana

•  Basket
•  Atletica
•  Delfini Erranti Touch Rugby Taranto
•  Altri


Notizie
Ricorrenze
Raccolta Foto


Google
Web DelfiniErranti.Org



stampa l'articolo
Diffida a tutti coloro che abusano sull'informazione
mercoledì 12 aprile 2017

da masaniello.40@gmail.com






Taranto - masaniello.40@gmail.com - tel. 345 76 414 87

al garante dell'editoria
al Ministro delle Comunicazioni
alla AG.Com
all'Ordine dei giornalisti nazionali e regionali
alla RAI sede di Bari
al Sindaco di Taranto - Brindisi - Lecce
alle associazioni per la libera stampa art.21
e p.c. al presidente della repubblica
al presidente del consiglio
ai Presidenti di Camera e Senato
a tutti i gruppi parlamentari
alla stampa che non stampa, censura e manipola

oggetto: violazione continuata della legge sulle pari condizioni, sia da parte della stampa cartacea che da quella radiotelevisiva

Cari Destinatari, abbiamo deciso di presentare liste di liberazione nel Tarantino, da taranto a martina franca sino a Sava, nel mese di febbraio 2017;
la risposta della stampa è stata quella di censurare e annullare la nostra presenza a Taranto;
abbiamo tentato di presentare i candidati sindaci nel mese di aprile, chiedendo la sala dell'ex biblioteca senza riuscirci, perchè l'amministrazione provinciale ci ha negato, giutificandosi che al sala "inagibile, non possiede alcun bagno" viene concessa solo per motivi culturali (NON SAPENDO CHE LA POLITICA E' LA MASSIMA CONCENTRAZIONE DELLA CULTURA), visto che gli stessi riconoscono il malaffare spacciato per politica.
Al contrario, proprio il presidente usa la provincia per far politica, denunandosi da forzista berlusconiano, sostiene una falsa lista civica, così come fan tutti.
Ebbene all'appuntamento della conferenza stampa, che l'avremmo fatta anche all'esterno della sala, per strada, proprio la stampa non si è presentata;
allora, abbiamo pensato di tenerla in una sala di un bar di taranto, diffidandoli a venire. Cosa che hanno fatto alla spicciolata, ma senza metterci la loro professione, cosa che lfordine dei giornalisti dovrebbe provvedere.
L'unica emittente la '189' è riuscita a fare un intervista ad uno dei candidati, ma ha tralasciato insieme a tutti gli altri, di continuare a far sapere tutte le iniziative (da sempre censurate), sia della proposta agli ambientalisti, sia quella al m5s e soprattutto agli ostacoli del sistema che non vogliono darci alcun autenticatore per presentare la lista alle amministrative del 11 giugno 2017
Inoltre NON E' STATO PER NIENTE RIPORTATO, quello che nella conferenza abbiamo detto, da dove venivamo, dalla discriminazione di non averci fatto partecipare nell'anno 2015 alle regionali e nel 2016 alle amministrative, perchè siamo dei nativi e vogliamo l'indipendenza del nostro paese.
Tutto questo cattivo comportamento, sia di aver violato da sempre le leggi di questo stato, non ha mai sortito un provvedimento anche economico, da parte sia dell'ordine dei giornalisti (che pare non siano "ordinati"), sia dal garante o dal ministro delle comunicazioni e neppure un richiamo dalle istituzioni, dal presidente della repubblica o dal ministro del consiglio e soprattuto dai presidenti di camera e senato.
Riteniamo le nostre liste con i candidati discriminate, cosa che in un qualsiasi paese democratico, dovrebbero da subito concederci spazi di ameno un'ora nelle televisioni e qualche pagina sui giornali.
Pertanto DIFFIDIAMO qualsiasi persona abilitata, sia a controllare che ad operare nell'ambiente dell'informazione, che saremo costretti a querelare :
1 se non riusciremo ad avere l'autenticatore (la stampa è complice nel non informare, ma soprattutto denunciare tale comportamento omissivo di tutti i preposti all'autenticazione);
2 se non vedremo sui media, tutte le nostre comunicazioni – conferenze e interviste;
3 se non saremo chiamati a qualsiasi confronto o intervista, entro e non oltre la pasqua.
Chiediamo come sempre a tutti destinatari di intervenire e accertarsi approfonditamente di tutte le redazioni che hanno un comportamento manipolativo e di censura.
Sicuri di avere risposte positive, vi sollecito di attuare un ripristino immediato, per avere a Taranto e nel paese, UNA INFORMAZIONE LIBERA e non condizionata e funzionale ai tanti speculatori che in questo momento armano liste che saranno penalizzanti per intere città e paesi, che il 16 giugno rinnoveranno le loro amministrazioni.
distintamente
il responsabile degli ID
peppe quaranta
taranto 11 aprile 2017










Segnala questa pagina
mappa del sito

Per un tuo commento scrivi sul Guest Book del Delfini Erranti


home   cookie policy guest book   sport   cultura   società   ambiente   delfinario   blunote