HOME D.E. GUEST BOOK SPORT ISCRIVITI DELFINARIO LINKS COOKIE POLICY


•   MANDURIA (TA): La Coldiretti nella gestione del Parco dei Messapi
•   RICONOSCIMENTO NAZIONALE PER IL PIZZAIOLO TARANTINO PROFESSIONISTA MICHELE DI BARI
•   PULSANO: IL COMUNE FA COPRIRE TUTTE LE BUCHE SU VIA TARANTO

•   STELLATO-LUPO: coesione e rilancio,
i nostri impegni per Taranto

•   COMUNICATI STAMPA DEL M5S


•   Taranto, tutto pronto per la Festa di Sant'Antonio 2019
•   “Storia e Architettura”
“San Pietro: l’altra Basilica”.

•   Attenti a quei due: confronto diretto tra Mare e Terra in una sfida tra grandi chef
•  Centro di Documentazione


•   Riesame AIA ex Ilva: le valutazioni e richieste di Legambiente
•   Il Dossier Taranto di Legambiente sull’ex Ilva
•   GRETA CHIAMA TARANTO


•  U Tarde nuestre -
rassegna quotidiana

•  Basket
•  Atletica
•  Delfini Erranti Touch Rugby Taranto
•  Altri


Notizie
Ricorrenze
Raccolta Foto


Google
Web DelfiniErranti.Org



stampa l'articolo
Comunicazioni DIREZIONE ITALIA
venerdì 7 luglio 2017

Fitto, Zullo, Manca





---

Migranti: Fitto, noi minacciamo blocco, altri Ue lo fanno

“Il nostro governo ha timidamente minacciato, nei giorni scorsi, il blocco navale. Gli altri Paesi dell'UE lo fanno. Oggi Francia, Spagna, Belgio e Germania, al vertice europeo di Tallinn, hanno chiaramente detto che i loro porti sono chiusi alle navi, militari od Ong, che trasportano Migranti. Insieme hanno fatto ‘cartello’ contro l'Italia che ha anche in quest'occasione ‘minacciato’ di fare la voce grossa in altra sede, con la speranza di poter rimodulare la distribuzione rivedendo gli accordi. Il comportamento del nostro governo, così supinamente accondiscendente nei confronti di una UE che lascia la patata bollente solo nelle sue mani, è sospetto e rendono le parole dell'ex ministro Bonino più pesanti di quanto non fossero già”. Così Raffaele FITTO, leader di Direzione Italia.

Roma, 6 luglio 2017



Tortura: Fitto, legge ideologica, impegno centrodestra cambiarla

"La legge sulla tortura è una legge ideologica, che si presta a interpretazioni strumentali che di fatto indeboliscono le forze di polizia, il loro lavoro e come denunciano le organizzazioni di categoria consentirà una massa di denunce vaghe ed indeterminate nei confronti delle forze di polizia. In un momento molto delicato dal punto di vista della sicurezza nazionale questa legge è non solo sbagliata ma anche dannosa. Direzione Italia propone, dunque, di inserire tra i primi punti programmatici da condividere con le altre forze di centrodestra, la modifica di questa legge nei primi cento giorni di governo”.

Così in una nota Raffaele FITTO, leader di Direzione Italia.

Roma, 6 luglio 2017


----------


CASO NUNZIANTE, ZULLO (DIT): NON E’ POSSIBILE CHE L’UOMO DELLE ISTITUZIONI CHE CONOSCIAMO SIA DIVENTATO UNO SCANSAFATICHE, QUINDI…

Dichiarazione del presidente del gruppo regionale di Direzione Italia, Ignazio Zullo


Conosciamo da tempo Antonio Nunziante - uomo delle istituzioni, con forte senso della responsabilità - ora immaginare che possa essere cambiato, che la politica possa averlo fatto diventare uno scansafatiche ci sembra poco credibile. Per questo devono essere altri i motivi che lo spingono a disertare le riunioni di Giunta e, forse, qualche sospetto lo abbiamo.

Nunziante deve essersi reso conto che fare l'assessore regionale con una giunta nelle mani di Emiliano è pressoché inutile, ma soprattutto, dannoso per la Puglia, paralizzata da un'attività amministrativa sempre più al palo, in attesa che il presidente finisca qualche intervista televisiva o qualche campagna elettorale/referendaria/congressuale.

L'accentratore Emiliano, infatti, pensa di gestire i suoi assessori come fa il burattinaio del teatro delle marionette e c'è chi non ci vuole più stare. Chi ha deciso di tenere la schiena dritta.

Bari, 6 luglio 2017


----------



Gasdotti, Manca (Dit): A Emiliano piace Eagle, non piace Tap. Le proteste a intermittenza del governatore in cerca di consensi

Dichiarazione del vice presidente della Commissione Sanità e consigliere regionale di Direzione Italia, Luigi Manca


Puglia terra di gasdotti e di proteste a intermittenza.
Apprendiamo da notizie di stampa che oggi il presidente Emiliano e' a Roma per partecipare alla presentazione del nuovo gasdotto Eagle LNG che dovrebbe approdare a Brindisi.
Ora, giusto per capire, ma quando Emiliano proponeva l'approdo di Tap da Melendugno a Brindisi era a conoscenza di quest'altro progetto? E se sì, quindi, immaginava che Brindisi potesse sopportare sul proprio territorio non uno , ma ben due gasdotti!?
Ma il comportamento schizofrenico di Emiliano merita una ben altra riflessione: il presidente ha condiviso la battaglia del collega oncologo Serravezza che non poneva per la Tap un problema di "bellezza", ma di "salute", sostenendo che la presenza di un'opera del genere comporta una crescita di malattie tumorali sul territorio. Se fosse così Emiliano dovrebbe dire NO ai gasdotti sempre e comunque e non se gli conviene o meno a seconda della campagna elettorale che sta facendo.

---

Info
Mariateresa D’Arenzo
tel 338/2447026





Segnala questa pagina
mappa del sito

Per un tuo commento scrivi sul Guest Book del Delfini Erranti


home   cookie policy guest book   sport   cultura   società   ambiente   delfinario   blunote