HOME D.E. GUEST BOOK SPORT ISCRIVITI DELFINARIO LINKS COOKIE POLICY


•   Attenti a quei due: confronto diretto tra Mare e Terra in una sfida tra grandi chef
•   “Percorsi educativi per una società interculturale”
•   MAGNA GRECIA AWARDS 2019
•   "Il ladro di giorni" di Guido Lombardi
•   Concerti di maggio della Fondazione Paolo Grassi


•   PULSANO: IL COMUNE FA COPRIRE TUTTE LE BUCHE SU VIA TARANTO

•   STELLATO-LUPO: coesione e rilancio,
i nostri impegni per Taranto

•   COMUNICATI STAMPA DEL M5S


•   Il Dossier Taranto di Legambiente sull’ex Ilva
•   GRETA CHIAMA TARANTO
•   ECCO PERCHE’ L’IMMUNITA’ NON E’ STATA TOLTA A EX-ILVA OGGI
ARCELOR MITTAL.



•  U Tarde nuestre -
rassegna quotidiana

•  Basket
•  Atletica
•  Delfini Erranti Touch Rugby Taranto
•  Altri


Notizie
Ricorrenze
Raccolta Foto


Google
Web DelfiniErranti.Org



stampa l'articolo
Concerti di maggio della Fondazione Paolo Grassi
lunedì 6 maggio 2019

da newsletter@fondazionepaolograssi.it



Concerti di maggio

ACCADEMIA DELLO SPETTATORE - ATTIVITA' PER LA FORMAZIONE DEL PUBBLICO

 

 

 

Giovedì 9 ore 19.00

AUDITORIUM DELLA FONDAZIONE PAOLO GRASSI

Concerto per la Festa dell'Europa. In collaborazione con il Comitato per la Qualità della Vita.

 

Protagonista il pianista Dario D'Ignazio, con un programma dedicato ad alcune tra le più belle composizioni di D. Scarlatti, L. Beethoven, F. Chopin, A. Casella, M. Ravel, A. Speranza.
[Ingresso libero]


DARIO D’IGNAZIO, pianoforte
Ha iniziato i suoi studi di pianoforte con la madre, diplomandosi in seguito al Conservatorio "A. Boito "a Parma, con Roberto Cappello. Alfredo Speranza ha curato il suo successivo sviluppo artistico.
Il Maestro Marcello Abbado, oltre che lo stesso Speranza, lo hanno definito uno dei migliori pianisti di questo secolo.
Si è laureato in Discipline musicali (Interpretazione e composizione) e ha anche studiato direzione d'orchestra con Giovanni Pelliccia.
Ha partecipato e vinto premi in molti concorsi pianistici nazionali ed internazionali: nel 2001 infatti vince il festival internazionale "Allegro Vivo" a Horn (Austria), primo italiano dopo vent'anni; in questa occasione ha vinto anche il premio conferito dai critici radiotelevisivi.
Successivamente si è dedicato allo studio dell'interpretazione - una ricerca faticosa ma più soddisfacente – tralasciando le competizioni, cambiamento che lo ha portato a costruire una personalità musicale forte, dominante ed unica.
Grazie ad uno studio irrequieto, ha migliorato la sua tecnica ed è stato in grado di realizzare la sua idea musicale. Lidia Carbonatto Palomba, giornalista Rai in Rai, ha dichiarato: "Un pianista dotato di una tecnica eccezionale - se Michelangeli fosse ancora vivo, sarebbe stato il suo allievo preferito".
Ha affascinato, sia il pubblico che la critica, con una serie di concerti in Romania ed in Spagna, ha suonato in "Festival Salento Classica" la "Fantasia" per pianoforte, coro e orchestra di L. v. Beethoven diretta da Salvatore Accardo. Nella primavera del 2016 ha iniziato il "Piano Work Tour", nel quale ha suonato sia come solista sia con orchestre in: Italia, Spagna, Austria e Polonia.
Collabora con Radio Vaticana e registra per Da Vinci Classics.
Tra il 2017 e il 2018, ha portato a compimento i seguenti lavori discografici: "Dohnàny, Ernst von: Piano Music", "Casella, Alfredo: Complete Piano Works vol.1" (il "Vol. 2” è di prossima uscita) che hanno riscosso grande successo di pubblico e entusiastici consensi dalla critica.
Inoltre la rivista “Musica” ha assegnato le ambite 5 stelle per la loro eccezionalità e ha pubblicato una lunga intervista a firma del Prof. Alessandro Zignani.
L’illustre musicologo Andrea Bedetti ha scritto di lui: “Il giovane pianista pugliese riesce a fare ciò che in diversi hanno tentato senza riuscirci” spiegando come la grande maturità artistica del M° D'Ignazio gli permetta di interpretare i brani esattamente come sono stati pensati dall'autore, senza scivolare in una lettura propria, e meno veritiera.
Di Dario D’Ignazio parlano anche RaiRadio 3 in due trasmissioni di Primo Movimento, La Repubblica a firma del Prof. Dino Villatico, Radio Vaticana nella trasmissione Diapason curata e condotta dal M° Stefano Corato e Amadeus (altro colosso editoriale della musica) che ha pubblicato un’intervista a firma del Prof. Giuseppe Scuri) e La Repubblica.
Tutto questo in soli 7 mesi, a conferma del valore artistico del Maestro e del lavoro certosino che porta avanti con incomparabile abnegazione.

 

 

 

Sabato 11 ore 20.00

CHIESA NOSTRA SIGNORA DI FATIMA - TALSANO

In occasione della Festa di Nostra Signora di Fatima, un concerto sacro dedicato alla Madonna

 

Protagoniste di questo concerto tutto al femminile il soprano Cristina Fanelli e l’organista Grazia Salvatori. In programma pagine sacre di J. S. Bach, G. Fauré, N. De Giosa, G. Puccini, D. da Bergamo, V. Bellini, S. Mercadante. Presenta il concerto la giornalista Nicla Pastore.
[Ingresso libero]


CRISTINA FANELLI, soprano
Cristina Fanelli, classe 1991, frequenta il Conservatorio “Niccolò Piccinni” di Bari, studiando e laureandosi nel marzo 2017 al Triennio di Canto Lirico e a marzo 2019 al Biennio di Canto ad indirizzo lirico operistico, sotto la guida del M° Domenico Colaianni.
Si perfezionerà partecipando a Masterclass sulla tecnica vocale e sulla prassi della musica barocca con: Barbara Frittoli, Vincent Scalera, Laura Cherici, Franco Pavan.
Negli anni 2016-2017 frequenta l’Accademia “Rodolfo Celletti” e per il Festival della Valle D’Itria debutterà nei seguenti ruoli: nel ruolo di “Ricciardetta dal “Don Chisciotte della Mancia” di G. Paisiello con il M° Ettore Papadia e nei ruoli di Ingrata e Ninfa da “Il Ballo delle Ingrate” e “Lamento della Ninfa” di C. Monteverdi diretta dal M° Antonio Greco.
Nel 2018 prenderà parte allo Stradella Young Project eseguendo l’oratorio “Santa Editta” di A. Stradella nei maggiori festival italiani dedicati alla musica Barocca diretta dal M° Andrea De Carlo e proseguirà con i successivi debutti nel Maggio Musicale Fiorentino nel ruolo di “Venere” dall’opera “Dafne” di M. Da Gagliano diretta dal M° Federico Maria Sardelli e in Giappone per il Festival Hokutopia a Tokyo i ruoli di Fortuna e Venere da “Ritorno di Ulisse in Patria” di C. Monteverdi, diretta dal M° Ryo Terakado.


GRAZIA SALVATORI, organo
Ha seguito corsi di pianoforte, organo e composizione organistica, clavicembalo e composizione. Ha tenuto concerti in tutta Europa e in Festival Internazionali (Francia, Olanda, Inghilterra, Romania). Oltreoceano ha tenuto concerti in USA, Australia (Festival barocco in Melbourne), Messico (Festival Internazionale barocco Città del Messico 2004). Dal 1987 si dedica alla composizione; ha scritto in prevalenza musica per organo solista e in formazioni cameristiche (flauto, tromba, voce, clavicembalo e altri). Si dedica alla ricerca ed esecuzione di musica antica su organi storici meridionali e ad essi sono indirizzati studi sul restauro e l'organizzazione di Festival atti a valorizzare il patrimonio della Regione Puglia. Ha insegnato Organo e composizione organistica presso il Conservatorio N.Piccinni di Bari. Attualmente collabora con il Coro gregoriano NOVUM GAUDIUM fondato da P. Anselmo Susca e diretto dalle Professoresse Anna Caldaralo e Rosalia Schettini. Di recente ha registrato per SAT 2000 una sua composizione per il Coro Novum Gaudium, ”Hallelujah Adonaj”. Nel 2014 la violista Marianne Ronez e il mezzosoprano Albena hanno eseguito sue composizioni in, Bulgaria e Ungheria. Nel maggio 2015 ha suonato a Vienna in un concerto dedicato a compositori italiani. Di recente ha scritto musica per voce, flauto, clarinetto basso, organo e percussioni (“L’organo sul mare”) dedicato alle celebrazioni di San Nicola Pellegrino, patrono di Trani. Nel 2018 la sua attività concertistica si è svolta in Svizzera, Polonia, Italia. Nel settembre 2018 è stata impegnata in una sua produzione dedicata a danze moderne in forma improvvisata per flauto, clarinetto, pianoforte e percussioni.
Attualmente è impegnata in attività concertistica in Svizzera, Polonia, Francia, Italia.


 

 

 

 

A seguire

 

 

 

Lunedì 20 e Martedì 21

Masterclass di accompagnamento pianistico per la danza con Giulio Galimberti e Francesco Libetta

 





Segnala questa pagina
mappa del sito

Per un tuo commento scrivi sul Guest Book del Delfini Erranti


home   cookie policy guest book   sport   cultura   società   ambiente   delfinario   blunote