HOME D.E. GUEST BOOK SPORT ISCRIVITI DELFINARIO LINKS COOKIE POLICY


•   Inizative per la Giornata della Memoria alla Fondazione Paolo Grassi
•   IKKOS NELLA CAPITALE EUROPEA DELLA CULTURA
•   Clara Cottino vince il Premio Corriere di Taranto 2018: Donne di Taranto
•   "Iniziativa turistica"
•   UN DESTINO ROSSO SANGUE - Romanzo di Francesco Santoro.

•  Centro di Documentazione


•   CAPORALATO: 23 MILIONI DI EURO PER CONTRASTARE IL FENOMENO
•   Comunicazioni DIREZIONE ITALIA
•   Pulsano: comunicazioni consigliere Di Lena


•   Pulsano: VIA FIRENZE, I PROBLEMI PERSISTONO NONOSTANTE I LAVORI DEI MESI SCORSI.
•   “Con il veleno nel sangue e il cuore in mano, noi vi denunciamo”
•   Grande successo e partecipazione all’Escursione Etnobotanica guidata di domenica scorsa a Manduria


•  U Tarde nuestre -
rassegna quotidiana

•  Basket
•  Atletica
•  Delfini Erranti Touch Rugby Taranto
•  Altri


Notizie
Ricorrenze
Raccolta Foto


Google
Web DelfiniErranti.Org



stampa l'articolo
IL RISVEGLIO DEL FAUNO
mercoledì 9 gennaio 2019
da Amicidellamusicataranto Info
info@amicidellamusicataranto.it



lunedi, 14 gennaio – ore 21

Teatro FUSCO - Taranto

 

     IL RISVEGLIO DEL FAUNO

          concerto e danza aerea

 

         ENSEMBLE ORCHESTRA TARAS

         MARTA LORENZA GRIECO - flauto

         CINZIA DECATALDO - pianoforte

         NADIR GAROFALO - direttore

 

            con la partecipazione della

         ResEXTENSA DANCE COMPANY

         di Elisa Barucchieri

           

                ENSEMBLE ORCHESTRA TARAS

                TERESA LAERA – violino I

                FLAVIA TRUPPA - violino II

                DONATELLA LISENA - viola

                MIRKO SCIAMBARRUTO - violoncello

                GIUSEPPE LILLO – contrabbasso

                GIUSEPPE GIANNOTTI - oboe

                BRUNO FRIOLO - clarinetto

                ANGELA GUERCIA - corno

                FRANCESCO CETERA – percussioni I

                ANGELO MAGGI - percussioni II

                FRANCESCO BUCCOLIERI – harmonium

 

programma

 

Claude Debussy

(Saint-Germain-en-Laye, 1862 – Parigi, 1918)

Syrinx (flauto)

Claude Debussy

(Saint-Germain-en-Laye, 1862 – Parigi, 1918)

Rêverie (piano)

 

Cinzia Decataldo

(Taranto, 1988)

Tre miniature

Un gioco

Ninna Nanna

Nenia Grika

 

Jules Mouquet

(Parigi, 1867 – 1946)

La flûte de pan

Pan et les berges

Pan et les oiseaux

Pan et les nymphes

 

Nadir Garofalo

(Taranto, 1986)

Confidenze di una Musa

Quartetto n. 1 op. 2

 

Claude Debussy

(Saint-Germain-en-Laye, 1862 – Parigi, 1918)

Preìlude aÌ l’apreÌs-midi d’un faune
Versione per 11 strumenti (Schönberg/Sachs)

 

Nadir Garofalo

(Taranto, 1986)

Interlude dans le soir  - d’apreÌs l’apreÌs-midi d’un faune Op. 14

 

 

Il 22 dicembre 1894 a Parigi, presso la Salle d’Harcourt della Socieìteì nationale, in rue Rochechouart, avvenne la prima esecuzione del Preìlude aÌ l’apreÌs-midi d’un faune. Molte cose nella storia della Musica, da quel momento, non sarebbero piuÌ state le stesse. Basata sull’egloga di Steìphane Mallarmeì, l’opera di Debussy descrive le esperienze sensuali di un Fauno che si eÌ appena svegliato da un sonno pomeridiano sullo sfondo di un paesaggio dai colori mediterranei e racconta delle ninfe che ha incontrato (o ha immaginato di incontrare) la mattina, prima di tornare a rifugiarsi nella languida solitudine del sogno. L’idea iniziale comprendeva, quanto meno nel titolo, la stesura, oltre che del Preìlude, anche di un Interlude e di una Paraphrase finale. Non sembra, ad oggi, che la scelta sia poi ricaduta solo sul primo per ragioni “narrative”; sappiamo, infatti, che sin dal principio Debussy si propose di realizzare non tanto una sintesi, ma un’illustrazione molto libera di quelle impressioni fuggitive: cosiÌ fece, consegnando alla Storia il solo Preìlude, ma rendendola orfana di tutti i ludi ulteriori, riflettendo, in fondo, il senso dell’opera stessa: cioÌ che poteva essere e non eÌ stato. Si eÌ deciso, dunque, che il racconto del Fauno trovasse un suo possibile proseguimento (e non una conclusione), riprendendolo proprio dove, Mallarmeì prima e Debussy poi, lo avevano lasciato: nel sogno.

A conclusione dell’anno debussyano appena trascorso, l’Ensemble Orchestra Taras, introdotto a poco a poco dai suoi solisti, esegue la rara versione del Preìlude aÌ l’apreÌs-midi d’un faune per undici strumenti, curata da Arnold Schönberg e realizzata da Benno Sachs nell’ottobre del 1920, seguita dall’Interlude dans le soir (Nadir Garofalo, 2018): tre quadri a tinte impressioniste che provano a svelare il mistero pomeridiano dell’esistenza, ma senza anticipare il mistero notturno del nulla, proiettando nuove ombre, nuovi chiaroscuri e, per questo, nuovi orizzonti d’attesa, smuovendo l’immanenza di un tempo assoluto, apicale, già inclinato verso il crepuscolo.

 

 

 

 

biglietti

Platea          18,00
Galleria   
     10,00


 

info e prevendite

www.liveticket.it

 

AMICI DELLA MUSICA “ARCANGELO SPERANZA”

Via Toscana 22/a – tel. 099 7303972

www.amicidellamusicataranto.it

 





Segnala questa pagina
mappa del sito

Per un tuo commento scrivi sul Guest Book del Delfini Erranti


home   cookie policy guest book   sport   cultura   società   ambiente   delfinario   blunote