HOME D.E. GUEST BOOK SPORT ISCRIVITI DELFINARIO LINKS COOKIE POLICY


•   La stagione 2018/19 al TaTÀ, conferenza di presentazione

•   Amici della musica Taranto
75ª stagione concertistica

•   Spartan Race 20-10-2018
•   Annullato l'evento di domenica 21 ottobre 2018
•   Il Trofeo del Mare, lo studio e l'educazione


•   PACE FISCALE, ZULLO: MA LA PACE CON GLI ONESTI, SALVINI QUANDO PENSA DI FARLA?
•   Blasi (PD): Solidarietà ai 280 formatori (Centri per l'impiego) senza stipendio da 4 mesi
•   Six Underground ,Taranto e oltre: se Netflix si appropria del diritto alla città


•   SCREENING MAMMOGRAFICO, MANCA: LECCE SU OLTRE 57MILA DONNE DA CHIAMARE E CHIAMATE, DALLA ASL, SOLO POCO MENO DI 10MILA LO HANNO FATTO
•   GRILLO OFFENDE GLI AMMALATI DI AUTISMO, MANCA: MI ASPETTO CHE IL GRUPPO REGIONALE DEL M5S PRENDA LE DISTANZE
•   Pusano: riprogrammazione traffico veicolare


•  U Tarde nuestre -
rassegna quotidiana

•  Basket
•  Atletica
•  Delfini Erranti Touch Rugby Taranto
•  Altri


Notizie
Ricorrenze
Raccolta Foto


Google
Web DelfiniErranti.Org



stampa l'articolo
Noi le ragazze del Convento dei Cappuccini
mercoledì 16 maggio 2018

resoconto di Michele Santoro
Presidente PRESENZA LUCANA

Ciao amici

invio, qui di seguito, l'articolo della cartella "STORIA DEL TERRITORIO" dal titolo "NOI LE RAGAZZE DEL CONVENTO DEI CAPPUCCINI: Lu Spiziu di Grottaglie raccontato alla città" di Anna Montella.
L'appuntamento in coordinamento delle due Associazioni  "La Luna e il Drago" e  "Presenza Lucana" si è svolto nella sede di Via Veneto 106/A di Taranto, con la relazione di Pierfranco Bruni, l'intervento di Giuseppe Stea, le letture di Mario Calzolaro, il commento all'opera dell'autrice Anna Montella e il coordinamento di Michele Santoro.

Caramente saluto
Michele Santoro



******************************

PRESENZA LUCANA – 28° ANNO   

STORIA DEL TERRITORIONoi, le ragazze del convento dei cappuccini. Testo di Anna Montella

Taranto 05-13-18

 

Si è svolto presso la sede dell’Associazione Culturale, nell’ambito dei Venerdì Culturali giunti al ventottesimo anno, per la cartella “Storia del territorio” un evento programmato, in contemporanea, dalle associazioni “La luna e il Drago” e “Presenza Lucana” dal titolo “Noi, le ragazze del Convento dei Cappuccini”. Il testo è stato curato da Anna Montella per “Il Maggio dei Libri 2018”, campagna nazionale, nata nel 2011 sotto il patronato del Presidente della Repubblica e del Ministero dei Beni Culturali, con l’obiettivo di sottolineare il valore sociale della lettura nella crescita personale, culturale e civile.

Il libro nasce per la valorizzazione del territorio e il recupero della memoria storica. E’ un tema, narrato dall’autrice, in cui storie vissute, in una proprietà comune, Lu Spiziu, s’intrecciano in un mondo passato ricco di umanità.

Hanno collaborato, alla presentazione del testo, l’autrice Anna Montella, curatrice del caffè Letterario “La Luna e il Drago”, che si è soffermata sulle motivazioni storiche ed umane raccolte e raccontate alla città di Grottaglie.

Quello che il volume vuole portare alla conoscenza di tutti è il recupero della memoria storica del luogo, per evitare che un altro grande patrimonio si disperda per sempre.

Hanno partecipato alla ricerca storica Carmela Montella e Antonietta Terribile.

Testimonianze e fotografie d’epoca sono state messe a disposizione dalle “ragazze” ospiti del Convento.

La relazione è stata tenuta da Pierfranco Bruni (Direttore Archeologo Responsabile del progetto Etnie Letterature del MIBACT), che ha curato anche l’introduzione al testo.

La crescita di Bruni in campo letterario e in quello delle Etnie, in questi ultimi anni, è esponenziale con relazioni sia in Italia e sia in Europa. L’evoluzione di un nostro cittadino deve essere anche la nostra.

Mario Calzolaro (poeta e fine dicitore) ha letto una lettera di Suor Maria Giuseppa Mosca Compassionista Serve di Maria, del 27 Aprile 2018, e in conclusione una nota di Padre Ottavio Laino, Sacerdote Ordine dei Minimi San Francesco di Paola inviata il 4 Maggio 2018.

Giuseppe Stea (scrittore, storico e Presidente provinciale dell’ANPI) nel suo intervento, si è soffermato su tre date legate al convento femminile di Grottaglie. Nel 1912 Gaetano Frisini donò il palazzo ubicato all’angolo di Via Leonida con Via Mazzini per adibirlo a brefotrofio. Questo stabile entrò in funzione solo nel 1923 con la nascita della provincia di Taranto.

Il 21 Febbraio 1925 la provincia di Taranto decise la nascita di un orfanotrofio femminile, dedicato a Vittorio Emanuele II e ubicato presso l’Ospizio di Mendicità di Grottaglie sorto nel 1586 e già intitolato al re Umberto I. Il convento ha chiuso i battenti nel 1986, quattrocento anni dopo la sua nascita. Ora la costruzione versa in totale abbandono e degrado.

Sarà possibile un suo recupero?

Accorata la conclusione di Anna Montella che ha vissuto, con novanta “ragazze”, la vita del convento e che spera di smuovere la coscienza degli amministratori per una rinascita della struttura.

 

Michele Santoro



Relatori

Anna Montella - Michele Santoro

Foto gruppo




Segnala questa pagina
mappa del sito

Per un tuo commento scrivi sul Guest Book del Delfini Erranti


home   cookie policy guest book   sport   cultura   società   ambiente   delfinario   blunote