HOME D.E. GUEST BOOK SPORT ISCRIVITI DELFINARIO LINKS COOKIE POLICY


•   MANDURIA (TA): La Coldiretti nella gestione del Parco dei Messapi
•   RICONOSCIMENTO NAZIONALE PER IL PIZZAIOLO TARANTINO PROFESSIONISTA MICHELE DI BARI
•   PULSANO: IL COMUNE FA COPRIRE TUTTE LE BUCHE SU VIA TARANTO

•   STELLATO-LUPO: coesione e rilancio,
i nostri impegni per Taranto

•   COMUNICATI STAMPA DEL M5S


•   Taranto, tutto pronto per la Festa di Sant'Antonio 2019
•   ‚ÄúStoria e Architettura‚ÄĚ
‚ÄúSan Pietro: l‚Äôaltra Basilica‚ÄĚ.

•   Attenti a quei due: confronto diretto tra Mare e Terra in una sfida tra grandi chef
•  Centro di Documentazione


•   Riesame AIA ex Ilva: le valutazioni e richieste di Legambiente
•   Il Dossier Taranto di Legambiente sull‚Äôex Ilva
•   GRETA CHIAMA TARANTO


•  U Tarde nuestre -
rassegna quotidiana

•  Basket
•  Atletica
•  Delfini Erranti Touch Rugby Taranto
•  Altri


Notizie
Ricorrenze
Raccolta Foto


Google
Web DelfiniErranti.Org



stampa l'articolo
12 Aprile in ricordo di Salvatore De Rosa

sabato 6 aprile 2013

da comitato.di.quartiere@email.it




Il padrone deve vedersela con noi...a salvatore de rosa, uomo, ateo,comunista!!

 

Comprendere un essere umano è comprenderne le azioni !!

Aderire a queste azioni è sacrificarsi alla lotta!!

Lottare tutti i giorni contro le ingiustizie è vivere!!

Vivere lottando √® ricordare i compagni che non sono pi√Ļ al nostro fianco!!

 

 

"datemi il silenzio, l'acqua e la speranza...datemi la lotta, il ferro,i vulcani."

(Canto General Pablo Neruda)

Senza Salvatore è stato un anno difficile e questo già lo sapevamo nel momento in cui la lotta lo ha perso.

Ci ha lasciato troppo in fretta, questo si, ma ha riempito i cuori di coloro che per fortuna lo hanno avuto al fianco e ne ha a volte stravolto le prospettive e le visioni politico-sociali;lo ha fatto da uomo libero e da tale conduceva le sue azioni ed esprimeva i suoi concetti, senza regressioni ne disequilibri, nella certezza dell'assoluto valore del pensiero critico, in costante disarmonia col paradosso del pensiero unico neoliberista quale esercizio capitalista di compressione sociale ed economica sulle classi oppresse e subalterne.

Amava sostenere che "La classe non è acqua, ma carne e sangue" ed è nella visione di riappropriazione di questo concetto basico, che ci ha introdotto scientificamente alla guida per la comprensione storico-politico di quello che è stato il secolo di lotte per eccellenza, il '900.

Da lì quindi ripartire per il superamento delle sconfitte, attraverso una continua formazione politica che ritrovi i capisaldi della discussione generale nel tracciato di memoria storica per la futura proiezione...insomma per non vivere un eterno presente, l'orizzonte del giorno per giorno, in quello "zoo ideologico" che tante energie vive ha ingabbiato...da qui la militanza del futuro che o sarà scienza della sovversione o non cambierà nulla.

"Nel cuore del nuovo millennio, se la storia manterrà quel che promette oggi, passerà la carrozza del potere, carica di profitti rastrellati sul mercato del lavoro e del frutto di tassazioni e di estorsioni su acqua, salute e altri beni primari, coi suoi pochi e invisibili passeggeri; e fuori la scorta, e intorno la coreografia. Qualche manciata di monete verrà gettata dai finestrini, e sotto ci sarà la rissa per arraffare. Al personale dei partiti e dei sindacati sarà però affidato l'ordine:stabilirà a chi spetteranno le monete e a chi le gomitate."(da "per non aspettare un altro CHE elementi per la lettura della fase").

Colui che lotta vorrebbe essere ricordato, in quel proficuo e sistematico esercizio che è l'impegno politico quotidiano; in quel continuo mutamento soggettivo, che la velocità dei cambiamenti storici impone, per non autocrearsi ne limiti ne confini. Colui che lotta non vorrebbe essere mai ricordato in maniera sterile e retorica. Vorrebbe invece aver contribuito in vita, ad alimentare quell'evoluzione armonica che è il conflitto sociale, a stimolare quel bacino magmatico che si muove sotterraneo, a coltivare quel sommovimento scientifico che sempre crea, forme e dimensioni nuove, nell'attualità della storia; a far si che l'esistente capitalista venga inondato da fiumi di lava vaporosi che riversino la classe, vittoriosa e trionfante ai piedi del porto del mondo.

 

Venerdì 12 Aprile 20013 h.20

co comitato di quartiere città vecchia

via arco Paisiello G18

 





Segnala questa pagina
mappa del sito

Per un tuo commento scrivi sul Guest Book del Delfini Erranti


home   cookie policy guest book   sport   cultura   societ√†   ambiente   delfinario   blunote