HOME D.E. GUEST BOOK SPORT ISCRIVITI DELFINARIO LINKS COOKIE POLICY


•   MANDURIA (TA): La Coldiretti nella gestione del Parco dei Messapi
•   RICONOSCIMENTO NAZIONALE PER IL PIZZAIOLO TARANTINO PROFESSIONISTA MICHELE DI BARI
•   PULSANO: IL COMUNE FA COPRIRE TUTTE LE BUCHE SU VIA TARANTO

•   STELLATO-LUPO: coesione e rilancio,
i nostri impegni per Taranto

•   COMUNICATI STAMPA DEL M5S


•   Taranto, tutto pronto per la Festa di Sant'Antonio 2019
•   ‚ÄúStoria e Architettura‚ÄĚ
‚ÄúSan Pietro: l‚Äôaltra Basilica‚ÄĚ.

•   Attenti a quei due: confronto diretto tra Mare e Terra in una sfida tra grandi chef
•  Centro di Documentazione


•   Riesame AIA ex Ilva: le valutazioni e richieste di Legambiente
•   Il Dossier Taranto di Legambiente sull‚Äôex Ilva
•   GRETA CHIAMA TARANTO


•  U Tarde nuestre -
rassegna quotidiana

•  Basket
•  Atletica
•  Delfini Erranti Touch Rugby Taranto
•  Altri


Notizie
Ricorrenze
Raccolta Foto


Google
Web DelfiniErranti.Org



stampa l'articolo
Raccolta differenziata dei Comuni ATO TA1
IL SALASSO della TARES

mercoledì 24 aprile 2013

da rosadamato634@gmail.com
MEET UP Amici di Beppe Grillo




Al Sindaco

  

 

I CITTADINI DEI COMUNI DELL’EX-ATO1 SARANNO SALASSATI DALLA TARES.

 

Con determina n.43 del 26 marzo 2013 del Dirigente Ufficio Gestione Rifiuti pubblicata sul Bollettino regionale n¬į 55 del 18 Aprile 2013 sono state validate le percentuali di raccolta differenziata dei Comuni ATO TA1 per la determinazione del tributo speciale, di seguito riportate:

 

Comune¬† -¬† Gestione unitaria - Chiusura del ciclo - Rd (percentuale) - Ecotassa 2013(‚ā¨)¬†
Castellaneta                NO                               SI                                 8,02 %                          7,50

Crispiano              NO                        SI                          21,95 %                  7,50

Ginosa                  NO                        SI                          12,75 %                  7,50

Laterza                 NO                        SI                          13,63 %                  7,50

Martina Franca      NO                        SI                          4,29 %                   7,50

Massafra               NO                        SI                          3,12 %                   7,50

Montemesola         NO                        SI                         28,46                   5,625

Mottola                 NO                        SI                          12,26 %                  7,50

Palagianello          NO                        SI                          11,28 %                  7,50

Palagiano              NO                        SI                          ND                        7,50

Statte                   NO                        SI                          16,98 %                  7,50

Taranto                 NO                        SI                          ND                        7,50

 

Al fine di favorire la minore produzione di rifiuti e il recupero degli stessi, rendendo altresì maggiormente virtuosi i processi di raccolta e selezione che consentono la raccolta differenziata (RD) di qualità e la riduzione del conferimento in discarica dei rifiuti, l’ammontare del tributo speciale per il deposito in discarica di ogni chilogrammo di rifiuti è così determinato:

a) euro 0,0200 per i rifiuti speciali pericolosi;

b) euro 0,0100 per i rifiuti speciali non pericolosi;

c) euro 0,0065 per i rifiuti speciali misti da costruzione e demolizioni;

d) euro 0,02582 per i rifiuti solidi urbani (RSU) quando non sia possibile applicare la tabella di cui all’allegato 1 della presente legge, per l’incenerimento dei rifiuti senza recupero di energia e in caso di discariche abusive, abbandono, scarico e deposito incontrollato di rifiuti.

Dal 1¬į Gennaio 2014, l‚Äôimporto del tributo speciale per il deposito in discarica di ogni tonnellata di RSU √® determinato a partire dall‚Äôaliquota massima di euro 25,82 a tonnellata sulla base dei seguenti criteri di premialit√†:

a) adeguamento da parte dei Comuni, in forma singola e/o associata, entro sei mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, dei contratti di gestione del servizio di raccolta rifiuti che contempli il raggiungimento delle percentuali di RD così come previste dal d.lgs 152/2006 e la predisposizione del regolamento di assimilazione dei rifiuti speciali non pericolosi ai rifiuti urbani ai sensi dell’articolo 198 (Competenze dei comuni), comma 2, lettera g), del d.lgs. 152/2006; 
b) elevata qualità della frazione organica raccolta in maniera separata; 
c) elevata qualità di raccolta degli imballaggi, attraverso sistemi di raccolta monomateriale; 
d) elevata qualità del sistema di monitoraggio e controllo della raccolta anche mediante sistemi informativi territoriali.

Per i Comuni virtuosi in materia di raccolta differenziata verranno riconosciuti diversi livelli di  riduzione delle aliquote:

a.       12,5% dell’aliquota massima di prima fascia  per chi avrà superato il 30% di RD ma non avrà superato il 40%, a cui si somma un ulteriore riduzione del 12,5% al raggiungimento dell’elevata qualità della frazione organica raccolta in maniera separata.

b.       Per i comuni che avranno superato il 40% di R.D. è riconosciuto l’abbattimento del 55% dell’aliquota massima (aliquota di seconda fascia). Ai medesimi comuni è riconosciuta altresì la riduzione del 40% dell’aliquota di seconda fascia al raggiungimento ulteriori indicatori.

E‚Äôchiaro che la maggior parte dei Comuni √® ben lontano dalle percentuali di raccolta differenziata che comportano le sopra citate premialit√†, e tutto questo, a meno di una repentina inversione di rotta delle Amministrazioni, inevitabilmente a partire dal 01-01-2014, si trasformer√† in un ulteriore salasso per le tasche dei cittadini, che si troveranno a pagare una TARES (ex TARSU) molto elevata. I meet-up di Castellaneta, Crispiano, Ginosa, Laterza, Martinesi, Massafra, Maruggio, Palagiano, Taranto espressione degli attivisti del M5S con il presente comunicato intendono sollecitare i cittadini affinch√® facciano pressione sulle loro amministrazioni al fine di mettere in campo tutte le iniziative necessarie per aumentare le percentuali della differenziata nei propri comuni ed evitare un aumento oggi pi√Ļ che mai insostenibile della tassazione sulle famiglie dei nostri territori.

 

Meetup di Taranto, Castellaneta, Crispiano, Ginosa, Laterza, Martinesi, Massafra, Maruggio, Palagiano.





Segnala questa pagina
mappa del sito

Per un tuo commento scrivi sul Guest Book del Delfini Erranti


home   cookie policy guest book   sport   cultura   societ√†   ambiente   delfinario   blunote