HOME D.E. GUEST BOOK SPORT ISCRIVITI DELFINARIO LINKS COOKIE POLICY


•   MANDURIA (TA): La Coldiretti nella gestione del Parco dei Messapi
•   RICONOSCIMENTO NAZIONALE PER IL PIZZAIOLO TARANTINO PROFESSIONISTA MICHELE DI BARI
•   PULSANO: IL COMUNE FA COPRIRE TUTTE LE BUCHE SU VIA TARANTO

•   STELLATO-LUPO: coesione e rilancio,
i nostri impegni per Taranto

•   COMUNICATI STAMPA DEL M5S


•   Taranto, tutto pronto per la Festa di Sant'Antonio 2019
•   “Storia e Architettura”
“San Pietro: l’altra Basilica”.

•   Attenti a quei due: confronto diretto tra Mare e Terra in una sfida tra grandi chef
•  Centro di Documentazione


•   Riesame AIA ex Ilva: le valutazioni e richieste di Legambiente
•   Il Dossier Taranto di Legambiente sull’ex Ilva
•   GRETA CHIAMA TARANTO


•  U Tarde nuestre -
rassegna quotidiana

•  Basket
•  Atletica
•  Delfini Erranti Touch Rugby Taranto
•  Altri


Notizie
Ricorrenze
Raccolta Foto


Google
Web DelfiniErranti.Org



stampa l'articolo
Ratifica del gasdotto TAP
giovedì 28 novembre 2013

ferma l ’opposizione dei parlamentari pugliesi del MoVimento 5 Stelle

da Valerio L'Abbate
Assistente Deputato Giuseppe L'Abbate




L’APPROVAZIONE DEL TAP ARRIVA ALLA CAMERA DOVE IL M5S CONTINUA L’OPPOSIZIONE AL PROGETTO

Per i deputati pugliesi M5S, intervenuti in Aula durante il dibattito, si tratta del solito schema: socializzazione dei costi e privatizzazione dei profitti

È approdata alla Camera la Ratifica ed esecuzione dell’accordo tra l’ Albania, la Grecia e l’Italia sul progetto TAP (Trans Adriatic Pipeline). Sul progetto non mancano le critiche: in prima linea la forte opposizione dei deputati pugliesi del MoVimento 5 Stelle che, dopo aver ottenuto l’audizione di esperti in Commissione Affari Esteri la scorsa settimana, oggi hanno ribadito in Aula la loro ferma contrarietà all’opera.

“Questo gasdotto – ha sottolineato il deputato leccese Diego De Lorenzis (M5S) nel suo discorso  – è un’opera di corruzione dei partiti e del potere finanziario. È un favore di 25 anni alle banche che garantiscono gli investimenti del consorzio secondo il solito schema: privatizzare i profitti e socializzare i costi”.

“Ci chiediamo – ha poi incalzato il collega Emanuele Scagliusi (M5S) nel suo intervento in Aula - se la registrazione del TAP presso un noto paradiso fiscale non sia in conflitto con il piano “Destinazione Italia” che il governo italiano si appresta a varare. Più che per attirare gli investimenti esteri e favorire la competitività delle imprese italiane ci sembra che il TAP sia un progetto strutturato per facilitare la fuga di capitali verso una chiara ‘destinazione Svizzera’ o ‘destinazione ignota’”.

Il gasdotto, infatti, per stessa ammissione del rappresentante legale di TAP in audizione al Senato, Giampaolo Russo, sostituisce una fonte di gas più costosa per migliorare i margini degli acquirenti del gas, non garantendo alcun risparmio in bolletta per gli italiani. Un progetto su cui tutti i parlamentari pugliesi M5S sembrano decisi a non mollare: “Sono anni che la Puglia investe e lavora per conquistare un posto di rilievo nel turismo nazionale ed internazionale e finalmente si incominciano a vedere i primi risultati – dichiarano i parlamentari 5 Stelle – D'altro canto, il consumo di gas in Italia e in Europa è in flessione da anni tanto che alcune centrali a turbogas sono spente o con i conti in rosso per un’offerta sovrabbondante rispetto alla domanda attuale e futura. Del resto è lampante che l’epoca dei combustili fossili, che non sono mai energia pulita, è finita. Il gasdotto TAP non porterà nuovi posti di lavoro e, in ogni caso, meno di quelli che potrebbero nascere investendo nelle rinnovabili e da una politica volta all’efficienza energetica nonché alla valorizzazione del territorio. Chiediamo che il consorzio costruttore del gasdotto TAP sia registrato in un paese del territorio italiano, quindi sottoposto a tassazione dei profitti nel nostro Stato, e che non sia concessa alcuna forma di sostegno pubblico diretto o indiretto, italiano, europeo o internazionale al consorzio costruttore, alle banche o alle aziende coinvolte”.




Segnala questa pagina
mappa del sito

Per un tuo commento scrivi sul Guest Book del Delfini Erranti


home   cookie policy guest book   sport   cultura   società   ambiente   delfinario   blunote