HOME D.E. GUEST BOOK SPORT ISCRIVITI DELFINARIO LINKS COOKIE POLICY


•   MANDURIA (TA): La Coldiretti nella gestione del Parco dei Messapi
•   RICONOSCIMENTO NAZIONALE PER IL PIZZAIOLO TARANTINO PROFESSIONISTA MICHELE DI BARI
•   PULSANO: IL COMUNE FA COPRIRE TUTTE LE BUCHE SU VIA TARANTO

•   STELLATO-LUPO: coesione e rilancio,
i nostri impegni per Taranto

•   COMUNICATI STAMPA DEL M5S


•   Taranto, tutto pronto per la Festa di Sant'Antonio 2019
•   “Storia e Architettura”
“San Pietro: l’altra Basilica”.

•   Attenti a quei due: confronto diretto tra Mare e Terra in una sfida tra grandi chef
•  Centro di Documentazione


•   Riesame AIA ex Ilva: le valutazioni e richieste di Legambiente
•   Il Dossier Taranto di Legambiente sull’ex Ilva
•   GRETA CHIAMA TARANTO


•  U Tarde nuestre -
rassegna quotidiana

•  Basket
•  Atletica
•  Delfini Erranti Touch Rugby Taranto
•  Altri


Notizie
Ricorrenze
Raccolta Foto


Google
Web DelfiniErranti.Org



stampa l'articolo
TAP: lettera aperta a Vendola dei Cinque Stelle
Scuola: nuovo scontro tra Ministeri per i docenti di sostegno.
taranto: Iincontro su ambiente e progresso del territorio tarantino

venerdì 10 gennaio 2014

da Valerio L'Abbate
Assistente Deputato Giuseppe L'Abbate




TAP: LETTERA APERTA A VENDOLA DEI CINQUE STELLE PER IL RICORSO ALLA CORTE COSTITUZIONALE

 

Deputati e senatori pugliesi del MoVimento 5 Stelle invitano pubblicamente il Presidente Vendola a prendere una posizione chiara vista l’incongruenza di comportamento di SEL tra Regione e Parlamento

 

I parlamentari pugliesi del MoVimento 5 Stelle tornano alla carica sulla legge relativa al trattato tra Italia, Albania e Grecia per il progetto “Trans Adriatic Pipeline” approvato alla Camera lo scorso 5 dicembre, nonostante le vistose proteste in Aula. I parlamentari pentastellati lo fanno attraverso una lettera aperta al Presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, ed a tutti i consiglieri regionali per invitarli ad impugnare la legge dinanzi alla Corte Costituzionale, vista appunto la sua incostituzionalità.

 

“Premessa l’illegittimità morale del Parlamento a seguito del comunicato stampa della Corte Costituzionale sulla legge elettorale – scrivono nella lettera i parlamentari pugliesi del M5S – riteniamo sia inaccettabile che le valutazioni di impatto ambientale siano successive alla ratifica e che la ratifica preceda anche l'ascolto delle comunità locali, contrariamente a quanto recepito dall'Italia secondo la convenzione di Aarhus. All’articolo 7 – proseguono – si legge che gli Stati contraenti sono obbligati a rimuovere, una volta completata l'opera, tutti gli ostacoli al flusso di gas attraverso il gasdotto. Una scelta che impegnerebbe l'Italia per molti anni a venire, mentre la Strategia Energetica Nazionale (SEN) prevede il ricorso al gas quale mera soluzione transitoria”. E come se non bastasse “la sede dell'approdo è parte integrante dell'accordo e non può essere modificata”.

 

I Cinque Stelle dichiarano: “Il partito di Vendola, SEL, chiarisca cosa vuole fare sul TAP, visto che in Parlamento si è opposto a questa opera, votando favorevolmente alla pregiudiziale di costituzionalità presentata dal M5S, e invece in Regione sembra non voler fare ricorso alla Corte Costituzionale, visto che ormai sono passati invano più di 30 giorni dalla ratifica del trattato, e ne restano meno di 25 per promuovere la questione di legittimità costituzionale della ratifica dell’accordo in oggetto”.

 


********************************


SCUOLA: NUOVO SCONTRO TRA MINISTERI PER I DOCENTI DI SOSTEGNO

A farne le spese, secondi i deputati M5S Gallo e Brescia e secondo le associazioni degli insegnanti, sarebbero gli alunni disabili

Dopo il botta e risposta sul prelievo forzoso di 150 euro ai docenti, si profila un nuovo conflitto tra il Ministero dell’Economia e quello dell’Istruzione. Stavolta a farne le spese potrebbero essere gli studenti disabili. A rischio ci sono, infatti, le procedure per l'immissione di circa 27mila docenti di sostegno prevista dal decreto-scuola.

La denuncia parte da un post su Facebook del capogruppo M5S della Commissione Cultura, Luigi Gallo: “Le assunzioni per il prossimo triennio  erano di 69mila docenti (più 16mila risorse per il personale tecnico-amministrativo). Ma da un successivo atto ispettivo emerge, come accade sistematicamente, che le assunzioni reali su posti liberi a seguito di cessazioni dal servizio sono sempre inferiori alle stime”. Il deputato prosegue sottolineando come al MEF non vogliano firmare neanche la prima tranche di assunzioni di 4.447 docenti per l’anno scolastico in corso. “Il motivo – spiega Gallo (M5S) – è che la Ragioneria di Stato e il Ministero dell'Economia disconoscono i 26.684 docenti di sostegno di nuova costituzione previsti dal decreto”.

Sulla vicenda intervengono anche la Gilda degli insegnanti, che punta l’indice “contro lo stop del Mef alla richiesta inviata da viale Trastevere, e ancora disattesa, per l’assunzione degli oltre 4.400 docenti di sostegno stabilita dalla Ministro Carrozza come anticipo per l’anno scolastico 2013/2014 del piano triennale di stabilizzazioni” ed il vicecapogruppo M5S Giuseppe Brescia educatore di professione e con un passato di assistenza agli studenti disabili nelle scuole: “La creazione di un rapporto stretto e di fiducia tra i ragazzi e gli operatori che li seguono è fondamentale – dichiara il deputato pugliese del MoVimento 5 Stelle – Perché ciò avvenga è necessario garantire stabilità e continuità mentre la mancata stabilizzazione di docenti di sostegno si traduce in un continuo cambio di punto di riferimento. Concetti che dovrebbero essere chiari al ministro dell'Istruzione. È inaccettabile che in questi giochini di potere tra ministeri a farne le spese siano sempre i soggetti più deboli”.


****************************

TARANTO: I CITTADINI DELLE TERRE IONICHE INCONTRANO I PARLAMENTARI M5S

 

Si terrà domani, 11 gennaio, l’incontro su ambiente e progresso del territorio tarantino organizzato dal meet up 192

 

“Domandare, ma soprattutto proporre”. Questo il motto dell’incontro che si terrà domani, sabato 11 gennaio, a Taranto tra la popolazione ed i parlamentari del MoVimento 5 Stelle. All’incontro, organizzato dal Meet Up locale, parteciperanno i deputati Diego De Lorenzis, Massimo De Rosa, Alberto Zolezzi, Mirko Busto, Cosimo Petraroli, Stefano Vignaroli ed i senatori Carlo Martelli e Paola Nugnes. “Taranto deve diventare il simbolo della rinascita partendo dalla incessante battaglia contro le fonti inquinanti per proseguire oltre – dichiarano gli Attivisti M5S tarantini del meet up 192 – verso un futuro che rispetti la reale vocazione di questa terra. È giunto il momento di definire dal basso le fondamenta per le nuove prospettive che contraddistingueranno la rinascita del territorio jonico”. Al centro del dibattito ci sarà la discussione del DL 136, attualmente in Commissione Ambiente, che riguarda le emergenze ambientali con riferimento all’Ilva di Taranto ed alla cosiddetta “Terra dei Fuochi”. “Incontriamo i cittadini tarantini nella loro città – dichiarano deputati e senatori M5S – auspicando di riuscire a migliorare il decreto e la drammatica situazione di questo territorio con l’ascolto ed il confronto”. “Non permetteremo più che siano calpestati i diritti dei cittadini di questa terra – concludono gli Attivisti M5S – e impediremo che si baratti la salute per il lavoro, perché dal nostro agire di oggi si delineerà il destino dei nostri figli. Un altro progresso è possibile!”. L’appuntamento è per le ore 17.00 presso il Ristorante “Al Gambero”, vico Del Ponte 4, Taranto.

 

 




Segnala questa pagina
mappa del sito

Per un tuo commento scrivi sul Guest Book del Delfini Erranti


home   cookie policy guest book   sport   cultura   società   ambiente   delfinario   blunote