HOME D.E. GUEST BOOK SPORT ISCRIVITI DELFINARIO LINKS COOKIE POLICY


•   MANDURIA (TA): La Coldiretti nella gestione del Parco dei Messapi
•   RICONOSCIMENTO NAZIONALE PER IL PIZZAIOLO TARANTINO PROFESSIONISTA MICHELE DI BARI
•   PULSANO: IL COMUNE FA COPRIRE TUTTE LE BUCHE SU VIA TARANTO

•   STELLATO-LUPO: coesione e rilancio,
i nostri impegni per Taranto

•   COMUNICATI STAMPA DEL M5S


•   Taranto, tutto pronto per la Festa di Sant'Antonio 2019
•   ‚ÄúStoria e Architettura‚ÄĚ
‚ÄúSan Pietro: l‚Äôaltra Basilica‚ÄĚ.

•   Attenti a quei due: confronto diretto tra Mare e Terra in una sfida tra grandi chef
•  Centro di Documentazione


•   Riesame AIA ex Ilva: le valutazioni e richieste di Legambiente
•   Il Dossier Taranto di Legambiente sull‚Äôex Ilva
•   GRETA CHIAMA TARANTO


•  U Tarde nuestre -
rassegna quotidiana

•  Basket
•  Atletica
•  Delfini Erranti Touch Rugby Taranto
•  Altri


Notizie
Ricorrenze
Raccolta Foto


Google
Web DelfiniErranti.Org



stampa l'articolo
Quel Tesoretto...DIMENTICATO
sabato 26 luglio 2014

Ed i fessi.......???
Vanno con la truppa, ovvio

da osservatoriolegnc@libero.it




Libero OSSERVATORIO della LEGALITA' onlus ‚Äď TARANTO - osservatoriolegnc@libero.it

                                                                                                     

Preg.  Sig. Vincenzo Di Gregorio Assessore al Patrimonio Comune di Taranto

                       

p.c. Sigg. PREFETTO ‚Äst SINDACO - Segretario Generale¬† ‚Äď Ufficio Legale¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†

                                                          

       "TESORETTO dei Tarantini " ...dimenticato ( ?! )

Non dimenticando di mandare a casa, magari a ‚Äúcalci in ‚Ķlo‚ÄĚ artefici di vecchie e nuove truffe,

ribadiamo per ricordare a chi compete, che una seria riorganizzazione del personale, porterebbe:

 

a - il rilascio dei Permessi di Costruzione con relativo introito di "diritti ed oneri concessori";

b - l’emissione di Ordinanze Sindacali o Dirigenziali (Dissesti Statici) per indispensabili lavori ai tanti fabbricati abbandonati che "SFIGURANO" la Città e che garantirebbero notevoli introiti alle casse comunali oltre che un minimo di DECORO…... ma soprattutto di "DECENZA" alla Città;

c - la definizione di migliaia di pratiche di Condono Edilizio… da oltre 25 anni dimenticate negli scaffali.

 

Dopo quanto accaduto in Città vecchia, corre l'obbligo rammentare assurde vecchie quanto amare storie, premesso ciò, con la presente codesto Osservatorio rilancia l'urgenza di far luce sulla "scabrosa storia", inerente il "MISTERO" da anni ignorato dagli Amministratori, ovvero gli "immobili confiscati" che da 30 anni - almeno sulla carta - sono di proprietà Comunale.

Non si può continuare ad ignorare l'interminabile elenco di oltre 200 unità immobiliari "locali - ville - appartamenti" confiscate tra il 1978 ed il 1984 perché abusive.

Col passare del tempo nessuno si √® pi√Ļ preoccupato di sapere che fine avesse fatto detto "TESORETTO" costituito da beni confiscati.

L’interminabile elenco, corredato di mappa elaborata dallo scrivente a seguito di convenzione con l’A.C.  un tempo disponibile presso il Settore LL.PP. è oggi affidato all’INFRATARAS.

Chi, soprattutto a che titolo detiene fisicamente le singole unità oggetto di CONFISCA ???

Magari scopriremmo che chi li occupa, continua a comportarsi come se fosse il proprietario ‚Äď ma, anche se cos√¨ non √® ‚Äď avr√† mai pagato "ICI"?¬† (non dovuta perch√® propriet√† comunale)...¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬† avr√† mai pagato, il dovuto FITTO al Comune?

Come avranno fatto per 30 anni ‚Äúgli esercizi commerciali‚ÄĚ allocati in dette unit√† immobiliari, "sulla carta di propriet√† comunale‚ÄĚ, ad ottenere le ‚ÄúLicenze Commerciali‚ÄĚ?

Perché non interrogare INFRATARAS, per capire e sapere a che punto è l'iter del lavoro... loro assegnato; 

Perché non interrogare l’Ufficio Legale per capire e sapere se sia possibile fingere di non sapere; 

Perché non discuterne in seno al Consiglio Comunale per capire e sapere quanti consiglieri ignorano ?

Una cosa è certa, l'anomala situazione deve essere sanata e riportata nell’alveo della legalità.

Chi detiene quegli immobili lo fa ABUSIVAMENTE.

Occorre una soluzione praticabile soprattutto sotto il profilo amministrativo - legale poich√® potrebbero essere ‚ÄĚPreziosa Fonte di reddito‚ÄĚ per l‚Äôente dissestato.

Mai come in questo momento, proprio quel tesoretto, l'ingente numero di manufatti confiscati da anni, ma da sempre ignorato, potrebbe venire in soccorso dell'A.C. Non occorrendo infatti daver ricercare case che pure esistono e che pur non essendo nella disponibilità fisica dell'E.C. Non dimentichiamo che sono da anni riportati nei RR.II. di proprietà indisponibile del Comune, da non dimenticare altresì, che gli stessi producono debiti su debiti per l'amministrazione, rimanendo come sono nella piena disponibilità di chi, contra legem, continua a fruirne non pagando tasse e/o fitto che pure si sarebbe potuto pretendere.

Ed allora esimio Dr. Di Gregorio, quale assessore al ramo, La esortiamo ad acquisire quei beni per¬†¬† concederli, in uso a chi √® stato privato del bene pi√Ļ prezioso... la casa !!!

Appare inutile e dispendioso cercare altre soluzioni (alberghi e case in fitto) quando si possiedono a immobili a centinaia ‚Ķ che per di pi√Ļ non rendono, anzi eludono.¬†

 

Taranto lì, 26.07.14                                                                                                     il presidente  




Segnala questa pagina
mappa del sito

Per un tuo commento scrivi sul Guest Book del Delfini Erranti


home   cookie policy guest book   sport   cultura   societ√†   ambiente   delfinario   blunote