HOME D.E. GUEST BOOK SPORT ISCRIVITI DELFINARIO LINKS COOKIE POLICY


•   MANDURIA (TA): La Coldiretti nella gestione del Parco dei Messapi
•   RICONOSCIMENTO NAZIONALE PER IL PIZZAIOLO TARANTINO PROFESSIONISTA MICHELE DI BARI
•   PULSANO: IL COMUNE FA COPRIRE TUTTE LE BUCHE SU VIA TARANTO

•   STELLATO-LUPO: coesione e rilancio,
i nostri impegni per Taranto

•   COMUNICATI STAMPA DEL M5S


•   Taranto, tutto pronto per la Festa di Sant'Antonio 2019
•   “Storia e Architettura”
“San Pietro: l’altra Basilica”.

•   Attenti a quei due: confronto diretto tra Mare e Terra in una sfida tra grandi chef
•  Centro di Documentazione


•   Riesame AIA ex Ilva: le valutazioni e richieste di Legambiente
•   Il Dossier Taranto di Legambiente sull’ex Ilva
•   GRETA CHIAMA TARANTO


•  U Tarde nuestre -
rassegna quotidiana

•  Basket
•  Atletica
•  Delfini Erranti Touch Rugby Taranto
•  Altri


Notizie
Ricorrenze
Raccolta Foto


Google
Web DelfiniErranti.Org



stampa l'articolo
Attività, interventi, info da Movimento 5 Stelle
mercoledì 15 aprile 2015

Comunicato stampa / Bruxelles, 14 aprile 2015

XYLELLA, D'AMATO (M5S): PIANO SILLETTI PREVEDE USO DI INSETTICIDI SU LARGA SCALA, VA FERMATO SUBITO


"Il Piano Silletti prevede l'impiego su larga scala di insetticidi. Lo ha ammesso lo stesso commissario straordinario nella sua richiesta di chiarimenti all'Efsa. Se varata, questa misura potrebbe comportare rischi gravissimi per la salute dei pugliesi e per l'ambiente. Dopo l'eradicazioni degli ulivi, insomma, il piano potrebbe arrecare nuovi gravissimi danni alla Puglia. Anche per questa ragione va fermato subito". Lo dice l'eurodeputata M5S Rosa D'Amato in riferimento alla lettera inviata dal commissario straordinario per l'emergenza Xylella Giuseppe Silletti all'Efsa, l'autorità europea per la sicurezza alimentare. "In quella lettera - continua D'Amato - Silletti dichiara apertamente che il suo piano prevede 'azioni di controllo dei vettori che comprendono anche l'impiego su larga scala di insetticidi. Si tratta di un aspetto molto delicato per il quale incontro una fortissima opposizione da parte di diverse componenti della popolazione'. Altro che bisturi. Siamo davanti a una pratica che la stessa Efsa ha più volte espressamente sconsigliata per la sua pericolosità e per la sua dubbia utilità".
Nella lettera di risposta dell'Efsa, infatti, si legge: "L'uso intensivo di trattamenti insetticidi per limitare la trasmissione di malattie e controllare l'insetto vettore può avere conseguente dirette e indirette sull'ambiente modificando intere reti alimentari con effetti a cascata". In particolare, "i trattamenti insetticidi su larga scala rappresentano un rischio anche per la salute umana e animale"/

"Il piano Silletti va fermato subito - conclude l'eurodeputata tarantina - Sia l'abbattimento di ulivi, sia l'uso di insetticidi, entrambi su larga scala, rappresentano misure gravissime, che non hanno ancora alcun fondamento scientifico. Mancano, infatti, i test di patogenità, gli unici che possano darci la prova certa dell'origine della moria degli ulivi pugliesi. Come hanno ribadito diversi esperti in questi mesi, il batterio Xylella potrebbe essere solo una delle cause. Ma il governo Renzi, attraverso la Protezione civile, continua a concentrarsi solo su questa, senza prove scientifiche in mano e senza alcun ritegno per la sorte degli agricoltori e dei cittadini pugliesi".

==> IL VIDEO: https://youtu.be/NNCy_4LA90I
==========


da G. Mastronuzzi Meetup Pulsano

Avvisi di pagamento tributi, già pagati, inviati ai pulsanesi


Il Meetup Pulsano 5 Stelle lamenta ancora una volta il caos che regna sovrano nell’Ufficio Tributi del Comune di Pulsano.

Alcuni cittadini hanno contattato il Meetup denunciando di aver ricevuto da parte della SOGET S.p.A., concessionaria della riscossione per conto del Comune di Pulsano, avvisi d’ingiunzioni di pagamento inerenti avvisi di accertamento ICI del 2008, che i cittadini hanno già pagato. Ma questo è solo uno dei tanti casi che riguardano la registrazione dell’avvenuto pagamento, comprese quelle per le infrazioni stradali.

Consigliamo pertanto ai cittadini di conservare scrupolosamente ogni ricevuta/quietanza di pagamento effettuato nei confronti del Comune di Pulsano, per scongiurare il rischio di doverne reiterare il pagamento.

Con delibera n°6 dell’Unione dei Comuni “Terre del mare e del sole” si scopre che, il Comune di Pulsano, in merito alla refezione scolastica, versa in una situazione debitoria allarmante, ben € 81.655,96, il debito più alto rispetto a tutti i comuni aderenti al servizio. L’Unione ha comunicato che gli eventuali interessi di mora da parte della ditta appaltatrice sia per i ritardati riversamenti dai Comuni al 31/12/2014 che per quelli che si verificheranno nel 2015, sarà ripartito con ripetizione in danno dei Comuni interessati in maniera direttamente proporzionale al ritardo nel pagamento.

La situazione economica del Comune di Pulsano è resa quanto mai evidente dai dati allarmanti, che potrebbero addirittura comportare la sospensione a breve di servizi di fondamentale importanza quale quello di refezione scolastica.
==========

da PIERNICOLA PEDICINI

Portavoce eurodeputato del M5S al Parlamento Europeo
Coordinatore della Commissione ambiente e sanità

Ufficio stampa - Comunicato del 14 aprile 2015




ASSISTENZA SANITARIA PIÙ SICURA NEGLI OSPEDALI EUROPEI PER EVITARE MIGLIAIA DI MORTI IN PIU' ALL'ANNO. APPROVATO DALLA COMMISSIONE SANITÀ IL RAPPORTO PEDICINI.



Maggiori tutele e più sicurezza per gli ammalati ricoverati negli ospedali europei.

Circa 25 mila persone che ogni anno muoiono nei Paesi della Ue a causa della resistenza agli antibiotici potranno essere salvate grazie ad un provvedimento votato questa mattina all'unanimità dalla Commissione ambiente e sanità del Parlamento europeo.

Il Rapporto d'iniziativa, così viene chiamato dagli organismi istituzionali europei, è stato redatto, promosso e presentato dal portavoce eurodeputato e coordinatore della Commissione ambiente e sanità del M5s Piernicola Pedicini.

L'importante provvedimento denominato "Un'assistenza sanitaria più sicura in Europa: migliorare la sicurezza del paziente e combattere la resistenza antimicrobica", completerà il suo iter dopo che verrà approvato in seduta plenaria dal Parlamento europeo.

Grazie a questo risultato, circa il 10 % dei pazienti ricoverati ogni anno negli ospedali europei, parliamo di oltre 3 milioni di persone, potranno sentirsi maggiormente salvaguardati dai danni che subiscono a causa della resistenza agli antibiotici e alle infezioni che contraggono nelle strutture sanitarie.

"Abbiamo raggiunto un traguardo straordinario - ha commentato Pedicini - che garantirà un salto di qualità nella sanità europea ed eviterà che un fenomeno così grave venga ancora sottovalutato. Il Rapporto - ha spiegato il portavoce del M5s - nasce principalmente dall'esigenza di tutelare i diritti dei pazienti di tutta l'Ue. Diritti negati da politiche economiche sbagliate (austerity), e dalla gestione politico/clientelare dei sistemi sanitari. Sono molto soddisfatto - ha precisato l'esponente pentastellato - che il provvedimento sia stato votato all'unanimità e mi chiedo come mai un problema già adesso così rilevante sia stato completamente ignorato dalle pubbliche amministrazioni europee, nonostante autorevoli ricercatori internazionali prevedono che nei prossimi tre decenni, se non affrontato, possa far superare i morti provocati dal cancro. La sanità italiana ed europea - ha evidenziato Pedicini - deve mettere al centro la tutela e la cura dei cittadini e non le carriere dei manager legati ai carrozzoni della politica che pur di far quadrare i conti tagliano i posti letto e cercano di risparmiare sulle spese per la prevenzione e l'igiene negli ospedali che poi provocano il rischio di insorgenza di infezioni.

Dobbiamo assicurare - ha continuato il portavoce pentastellato - la professionalità del personale sanitario, con l'aggiornamento continuo, con l'esclusione di ogni forma di conflitto di interessi e con l'identificazione di sistemi di sorveglianza che faciliti la consapevolezza delle criticità senza penalizzare chi le rende di dominio pubblico".

Per quanto riguarda la resistenza agli antibiotici, nel Rapporto Pedicini si osserva che l'uso improprio di antibiotici ha portato in tutto il mondo e nel corso degli anni alla nascita e alla selezione di batteri resistenti. Gli ultimi dati disponibili forniti dalle agenzie della Ue mostrano che la resistenza antimicrobica è un problema di salute pubblica in crescita costante nei Paesi Ue, in special modo negli ospedali del Sud Italia, della Grecia e di altri Paesi ben identificati dalle mappe del rischio dell'Organizzazione Mondiale della Sanità.

In questo contesto, Pedicini si è detto è convinto che l'uso responsabile e mirato degli antibiotici, sia in medicina umana che in veterinaria, e le strategie globali di controllo delle infezioni rivolte a tutti i settori della sanità (ospedali, strutture di degenza a lungo termine e per cure ambulatoriali) siano i capisaldi di interventi efficaci per prevenire la selezione e la trasmissione di batteri resistenti agli antibiotici.

Ufficio stampa - Per contatti cell. 3920460174

==========






==========

da Paolo Mariani M5S Brindisi











Segnala questa pagina
mappa del sito

Per un tuo commento scrivi sul Guest Book del Delfini Erranti


home   cookie policy guest book   sport   cultura   società   ambiente   delfinario   blunote