HOME D.E. GUEST BOOK SPORT ISCRIVITI DELFINARIO LINKS COOKIE POLICY


•   MANDURIA (TA): La Coldiretti nella gestione del Parco dei Messapi
•   RICONOSCIMENTO NAZIONALE PER IL PIZZAIOLO TARANTINO PROFESSIONISTA MICHELE DI BARI
•   PULSANO: IL COMUNE FA COPRIRE TUTTE LE BUCHE SU VIA TARANTO

•   STELLATO-LUPO: coesione e rilancio,
i nostri impegni per Taranto

•   COMUNICATI STAMPA DEL M5S


•   Taranto, tutto pronto per la Festa di Sant'Antonio 2019
•   ‚ÄúStoria e Architettura‚ÄĚ
‚ÄúSan Pietro: l‚Äôaltra Basilica‚ÄĚ.

•   Attenti a quei due: confronto diretto tra Mare e Terra in una sfida tra grandi chef
•  Centro di Documentazione


•   Riesame AIA ex Ilva: le valutazioni e richieste di Legambiente
•   Il Dossier Taranto di Legambiente sull‚Äôex Ilva
•   GRETA CHIAMA TARANTO


•  U Tarde nuestre -
rassegna quotidiana

•  Basket
•  Atletica
•  Delfini Erranti Touch Rugby Taranto
•  Altri


Notizie
Ricorrenze
Raccolta Foto


Google
Web DelfiniErranti.Org



stampa l'articolo
Ilva: Trasportounito, tante promesse poche speranze fatti zero
mercoledì 22 aprile 2015

da taranto@trasportounito.org


La segreteria provinciale

________________________

 

 

 

Grande liquidit√† e pagamento immediato dei fornitori: promesse elargite alla fine di febbraio agli autotrasportatori che mobilitavano in Italia fuori dai cancelli dell‚ÄôIlva dall‚Äôattuale Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Delrio, e che decorsi due mesi dalla composizione ‚Äď per certi versi incauta - di quella vicenda, rimangono lettera morta.

Nel merito:

1 -  i crediti vantati dalle imprese dell’autotrasporto anteriormente al 21 gennaio 2015 (data di ammissione di Ilva Spa alla procedura di Amministrazione Straordinaria) saranno liquidati, non oltre un terzo, fino al 30 giugno prossimo. Decorsa quella data, sarà nuovamente massima incertezza sui tempi necessari per l’erogazione dei successivi acconti.  

Intanto, nell‚Äôattesa di ricevere quanto di competenza, le imprese sono invitate a ‚Äúpazientare con fiducia‚ÄĚ, dovendo peraltro dimostrare la fondatezza della propria pretesa con un ulteriore ingombro di carattere burocratico che non garantisce celerit√† al pagamento del debito contratto.

2 - la dotazione finanziaria di 35 milioni di euro del Fondo di Garanzia per le PMI che avrebbe dovuto sostenere le imprese creditrici prossime al baratro al termine del fermo dei servizi, è rimasta solo sulla carta. Numerosi imprenditori si sono rivolti a Trasportounito lamentando che i propri istituti di credito si dichiarino non al corrente della misura in questione.

 

Rinnoviamo pertanto l’invito a dare attuazione a misure concrete per dotare Ilva SpA in A.S. della necessaria liquidità economica per continuare a prestare i servizi di trasporto e salvaguardare l’attività produttiva.

 

 

 

                                                                                                                      Taranto, 22 aprile 2015

                                                                                                           




Segnala questa pagina
mappa del sito

Per un tuo commento scrivi sul Guest Book del Delfini Erranti


home   cookie policy guest book   sport   cultura   societ√†   ambiente   delfinario   blunote