HOME D.E. GUEST BOOK SPORT ISCRIVITI DELFINARIO LINKS COOKIE POLICY


•   MANDURIA (TA): La Coldiretti nella gestione del Parco dei Messapi
•   RICONOSCIMENTO NAZIONALE PER IL PIZZAIOLO TARANTINO PROFESSIONISTA MICHELE DI BARI
•   PULSANO: IL COMUNE FA COPRIRE TUTTE LE BUCHE SU VIA TARANTO

•   STELLATO-LUPO: coesione e rilancio,
i nostri impegni per Taranto

•   COMUNICATI STAMPA DEL M5S


•   Taranto, tutto pronto per la Festa di Sant'Antonio 2019
•   “Storia e Architettura”
“San Pietro: l’altra Basilica”.

•   Attenti a quei due: confronto diretto tra Mare e Terra in una sfida tra grandi chef
•  Centro di Documentazione


•   Riesame AIA ex Ilva: le valutazioni e richieste di Legambiente
•   Il Dossier Taranto di Legambiente sull’ex Ilva
•   GRETA CHIAMA TARANTO


•  U Tarde nuestre -
rassegna quotidiana

•  Basket
•  Atletica
•  Delfini Erranti Touch Rugby Taranto
•  Altri


Notizie
Ricorrenze
Raccolta Foto


Google
Web DelfiniErranti.Org



stampa l'articolo
Comunicazioni Conservatori e Riformisti Puglia
venerdì 29 luglio 2016

da grupporegionalecorpuglia@gmail.com





COR: I NOSTRI PANZEROTTI SONO STATI DI BUON AUSPICIO. HANNO FATTO RINSAVIRE RENZI E ORA SPERIAMO CHE ABBIANO EFFETTO ANCHE SU EMILIANO

I consiglieri regionali dei Conservatori e Riformisti (Zullo, Congedo, Manca, Perrini e Ventola) accolgono con favore la notizia dell’incontro fra Renzi ed Emiliano “Mettete da parte le beghe politiche e pensate alla Puglia”


Sono stati di buon auspicio i panzerotti che abbiamo offerto al presidente Emiliano perché li donasse al premier Renzi nel tentativo di ricomporre una frattura istituzionale che sta danneggiando la Puglia.

Hanno fatto rinsavire il premier Renzi che, in zona cesarini e attraverso il sottosegretario De Vincenti ha invitato il presidente Emiliano a Taranto. Il “non invito” era uno sgarbo che il premier stava facendo in primo luogo a tutti i pugliesi, che subiscono la contrarietà del governo centrale per colpa di beghe politiche tutte interne al Partito democratico e che vedono Renzi ed Emiliano contendersi una leadership politica che stava assumendo i contorni dell’assurdo, per i danni che venivano provocati alla Puglia.

Ma ora speriamo che i panzerotti facciano rinsavire anche il presidente Emiliano, rimandi gli “scontri” nelle assemblee del Pd, e impegni Renzi a ritornare il prima possibile a Bari per la firma del Patto per la Puglia. La nostra regione ha bisogno degli importanti investimenti previsti e i pugliesi meritano, da entrambi, un po’ di rispetto: sono cittadini non gli iscritti del Pd.


***************


ASSUNZIONI RIPAM, COR: DICIAMO SI’ A CHI HA VINTO UN CONCORSO, NO A CHI HA AVUTO COME MERITO ESSERE “UN OPERAIO DELLE FABBRICHE DI NICHI”

Dichiarazione del gruppo regionale dei Conservatori e Riformisti (Zullo, Congedo, Manca, Perrini e Ventola)


Nella Pubblica Amministrazione si deve essere assunti per concorso. Questa affermazione così pacifica è opportuno ribadirla per ristabilire al dibattito sul concorso RIPAM valori di onestà e lealtà.

Per questo motivo diciamo SI all'assunzione di chi ha vinto un concorso (Ripam) ma diciamo un chiaro NO alla stabilizzazione di quei precari che sono entrati in Regione per altre vie. Stabilizzare e quindi dare un posto alla Regione Puglia a chi come unico merito ha quello di essere stato un "operaio delle Fabbriche di Nichi" è ingiusto nei confronti di tanti altri giovani pugliesi che hanno diritto oggi di sapere che loro coetanei venivano assunti non attraverso procedimenti di evidenza pubblica (così come previsto dalla legge) ma con "selezioni ad hoc" aperte solo a pochi “fedelissimi”. Perché pochi ne dovevano venire a conoscenza: vere e proprio short list di raccomandati della politica. Tutto ciò è moralmente e politicamente scandaloso, ma è - e lo sottolineamo - illegale, perché la legge lo vietava espressamente e questa maggioranza finge di ignorarlo dolosamente.

Ecco perché noi pretendiamo che a essere assunti siano coloro che meritoriamente hanno vinto un concorso pubblico, non solo perché lo pretende il rispetto della legge, ma anche perché ai giovani dobbiamo dare un messaggio chiaro: studiate perché solo i migliori hanno il giusto diritto di essere premiati a tutto vantaggio di una Pubblica Amministrazione che assumendo i migliori sarà sicuramente più efficiente.


***************





Pdl semplificazione leggi urbanistiche e paesaggistiche, Ventola: “Soddisfazione per un risultato che, però, poteva essere raggiunto otto mesi fa. Basta beghe poltiche. Pensiamo alla Puglia”

Dichiarazione del consigliere regionale dei Conservatori e Riformisti, Francesco Ventola, al termine della V Commissione che ha approvato importanti modifiche urbanistiche


La soddisfazione, ma anche il rammarico di non aver risolto prima, nell’interesse dei Comuni, una vicenda urbanistica che ha assunto strada facendo contorni politici grotteschi.

Sono, infatti, decisamente soddisfatto del lavoro svolto insieme al collega del Partito democratico, Donato Pentassuglia, e che oggi ha visto concretezza nella Commissione Urbanistica. Finalmente abbiamo approvato un Disegno di Legge che dà un boccata di ossigeno agli Uffici Tecnici Comunali letteralmente in panne per un scadenza assurda (un anno invece che due, come previsto dalla legge nazionale) del PPTR che li ha impantanati in un lavoro di adeguamento dei propri strumenti urbanistici in tempi record, con il risultato che l’attività urbanistica è ancora oggi paralizzata, con gravi danni sull’economia del settore.

Finalmente io e Pentassuglia abbiamo riportato colleghi e governo regionale al buon senso prendendo, per altro, come base della nostra proposta di legge proprio quella dell’Assessore Curcuruto, che già a novembre dello scorso anno era intenzionata a risolvere il problema della scadenza. Poi deve essere successo qualcosa di politicamente imbarazzante nella maggioranza di governo e perciò nonostante nel marzo scorso fosse stato approvato anche un ordine del giorno a stragrande maggioranza del Consiglio regionale (che sollecitava il governo regionale a dilazionare di un anno il termine) il presidente Emiliano ha deciso di tenere tutto fermo.

Ma ora Emiliano ha un’occasione per riparare. Il disegno di legge – che allunga i tempi di adeguamento al PPTR, che snellisce le procedure del VIA, ma che riapre i termini per quei Comuni che nei 60 giorni non deliberarono quali aree delle loro città potessero godere dei benefici del PIANO CASA – approvato oggi in commissione potrebbe essere calendarizzato immediatamente in una delle prossime sedute del Consiglio.

Si è perso tempo. Non se ne perda altro.


***************


COR: “RENZI NON FIRMA IL PATTO PER LA PUGLIA? NON SIAMO MERAVIGLIATI. PRESIDENTE EMILIANO, CHI SEMINA VENTO RACCOGLIE TEMPESTA!”

I consiglieri regionali del gruppo Conservatori e Riformisti (Ignazio Zullo, Erio Congedo, Luigi Manca, Renato Perrini e Francesco Ventola) accendono i riflettori su una querelle fra premier e governatore pugliese che sta provocando danni alla Puglia


Il premier Renzi dopodomani, venerdì 29 luglio, a Taranto dopo aver inaugurato il Museo e incontrato, forse, gli operai dell’Ilva, troverà anche il tempo per andare a tenere una lezione alla Scuola di Politica del Partito democratico (Summer School FutureDem ), ma non troverà un minuto per firmare il Patto per la Puglia.

Possiamo dirlo? Non ci meraviglia! E non dovrebbe meravigliare o far gridare allo scandalo neppure il presidente Emiliano.

"Chi semina vento raccoglie tempesta": questo è il risultato di una guerra aperta all'interno del Pd fra il presidente Renzi e il presidente Emiliano. Più volte abbiamo invitato quest'ultimo a recuperare un rapporto istituzionale con il premier perché la Puglia non fosse penalizzata, specie sul piano degli investimenti. Ma di giorno in giorno, invece, assistiamo a una querelle fra i due e che non sembra avere fine: che siano le Trivelle o la Tap o l'Ilva o la Xyella o il Refendum, temi fondamentali per la vita regionale, fin dall'inizio di questa legislatura lo scontro è andato in crescendo.

Emiliano dimenticando di essere il presidente di tutti i pugliesi ha confuso l'attività amministrativa con il confronto all'interno del Partito democratico e per contendere politicamente la leadership a Renzi rischia concretamente di buttare a mare gli interessi dei cittadini pugliesi che al contrario degli altri meridionali si ritrovano ad aver un governo nazionale di traverso.

Sia chiaro non giustifichiamo il comportamento del premier, anche lui chiamato a non confondere la Puglia con una mega sezione del Pd guidata da Emiliano. Ricordiamo bene il suo impegno ufficialmente preso il 17 maggio scorso quando a Bari, in occasione della firma del Patto per la Città Metropolitana, promise di ritornare dopo due settimane per siglare quello per la Puglia. Da allora di settimane ne sono passate DIECI!!!!

Ma siamo francamente stanchi di questo scontro tra “titani” per la contesa di un potere politico all’interno del Partito democratico che sta producendo danni incalcolabili alla Puglia. Renzi ed Emiliano non possono tenere sotto scacco una Regione, venendo entrambi meno a responsabilità istituzionali per il ruolo che ricoprono.

Questo teatrino è durato fin troppo e venerdì prossimo non vorremmo assistere all'ennesima sceneggiata fra Renzi ed Emiliano!


***************


COMMISSIONE D’INCHIESTA CONTRO LA CORRUZIONE, CONGEDO: “E’ UN’INIZIATIVA CHE VIENE AUSPICATA ANCHE DA MAGISTRATURA E AVVOCATURA”

Dichiarazione del presidente della Settima Commissione, Erio Congedo, dopo le ultime audizioni di oggi


Una commissione d’inchiesta regionale contro la corruzione e le infiltrazioni criminali nella pubblica amministrazione (soprattutto in settori strategici come quello della sanità e dei rifiuti) è auspicata da tutti gli soggetti auditi in Settimana Commissione il cui contributo è stato di grande valore.

Le Procure Distrettuali Antimafia di Bari e Lecce, le Camere penali delle sei province pugliesi e oggi i vertici della Corte dei Conti della Puglia hanno sostenuto che riuscire a fare squadra fra diverse istituzioni è percorso più giusto per conseguire risultati sul fronte del contrasto all’illegalità. Un ambito che non può essere delegato solo all’azione penale-repressiva di magistrati e forze dell’ordine, ma in cui tutti sono chiamati a fare la propria parte. Peraltro, come emerso dal confronto, creare un fronte comune delle Istituzione è il metodo migliore per creare quell’Antimafia sociale vero argine per tutte le attività delinquenziali.

Nelle prossime settimane i lavori della Commissione proseguiranno nel merito delle proposte in discussione per licenziare una legge che istituisca una Commissione di indagine e di inchiesta che possa dotare la Regione Puglia, pur nel perimetro dei poteri e delle funzioni regionali, di uno strumento concreto di promozione della cultura della legalità e di contrasto al crimine e alla corruzione.


***************



INSEDIAMENTO CONFERENZA PERMANENTE PROGRAMMAZIONE SOCIO-SANITARIA, MANCA: “MA ORA EMILIANO CI METTA NELLE CONDIZIONI DI LAVORARE DAVVERO PER I PUGLIESI”


Soddisfatto per la nomina il consigliere regionale dei Conservatori e Riformisti, Luigi Manca, che però invita all’operatività



Sono particolarmente orgoglioso di far parte della Conferenza permanente per la Programmazione e socio-sanitaria regionale, ma solo se questa davvero operativa. Se davvero viene messa dal governo regionale nelle condizioni di lavorare e contribuire davvero alla programmazione della Sanità in Puglia. E lo dico con la consapevolezza di chi vorrebbe come vice presidente della Commissione Sanità contribuire maggiormente alle Politiche sanitarie pugliesi, ma spesso questo ruolo istituzionale non ci viene riconosciuto. Peggio alcune volte dal governo regionale siamo totalmente ignorati! Tant’è che come Conservatori e Riformisti siamo dovuti arrivare al ministro della Sanità, Beatrice Lorenzin, per dire la nostra sul Piano di Riordino Ospedaliero.

Da medico so bene quali sono le ‘sofferenze’, non solo dovute alla malattia, di chi quotidianamente in Puglia ha a che fare con il Sistema Sanitario Regionale. Per questo ho accettato con grande entusiasmo questo nuovo impegno. Ma come ho ribadito al presidente Emiliano, questa mattina, durante l’insediamento, questa deve essere davvero un’occasione di proficua collaborazione.

Non sono interessato ad occupare poltrone, specie quando parliamo della Salute dei pugliesi

--

Info
Mariateresa D’Arenzo
tel 338/2447026



Segnala questa pagina
mappa del sito

Per un tuo commento scrivi sul Guest Book del Delfini Erranti


home   cookie policy guest book   sport   cultura   società   ambiente   delfinario   blunote