HOME D.E. GUEST BOOK SPORT ISCRIVITI DELFINARIO LINKS COOKIE POLICY


•   MANDURIA (TA): La Coldiretti nella gestione del Parco dei Messapi
•   RICONOSCIMENTO NAZIONALE PER IL PIZZAIOLO TARANTINO PROFESSIONISTA MICHELE DI BARI
•   PULSANO: IL COMUNE FA COPRIRE TUTTE LE BUCHE SU VIA TARANTO

•   STELLATO-LUPO: coesione e rilancio,
i nostri impegni per Taranto

•   COMUNICATI STAMPA DEL M5S


•   Taranto, tutto pronto per la Festa di Sant'Antonio 2019
•   “Storia e Architettura”
“San Pietro: l’altra Basilica”.

•   Attenti a quei due: confronto diretto tra Mare e Terra in una sfida tra grandi chef
•  Centro di Documentazione


•   Riesame AIA ex Ilva: le valutazioni e richieste di Legambiente
•   Il Dossier Taranto di Legambiente sull’ex Ilva
•   GRETA CHIAMA TARANTO


•  U Tarde nuestre -
rassegna quotidiana

•  Basket
•  Atletica
•  Delfini Erranti Touch Rugby Taranto
•  Altri


Notizie
Ricorrenze
Raccolta Foto


Google
Web DelfiniErranti.Org



stampa l'articolo
Comunicazioni Conservatri e Riformisti

giovedì 24 novembre 2016

- PIANO CASA, COR: ABBIAMO DETTO SI' PER AIUTARE EDILIZIA PUGLIESE
- TASSA BENZINA, ZULLO (COR): NESSUN DUBBIO SUI SINDACI. iL SOLITO EMILIANO!


da grupporegionalecorpuglia@gmail.com





PIANO CASA, COR: ABBIAMO DETTO SI’ PER AIUTARE L’EDILIZIA PUGLIESE!

Le motivazioni che hanno spinto il gruppo dei Conservatori e Riformisti (Ignazio Zullo, Erio Congedo, Luigi Manca, Renato Perrini e Francesco Ventola) a firmare prima il disegno di legge e poi sostenerlo in Commissione e in Consiglio insieme ai colleghi della maggioranza

 

L'economia pugliese si regge anche su tantissime piccole e medie imprese edili che oggi possono tirare un sospiro di sollievo per l'approvazione, da parte del Consiglio regionale,  della proroga al 31 dicembre del 2017 del Piano Casa.

Una proroga che noi Conservatori e Riformisti abbiamo proposto e presentato in forma di emendamento come gruppo alcuni mesi fa, ma che avevamo ritirato per l’impegno assunto dall’Assessore a condividere insieme alla maggioranza un disegno più organico. Per questo motivo con grande responsabilità abbiamo collaborato con la maggioranza di centrosinistra anche in Commissione, nella convinzione che in questa materia - che andrebbe, comunque, regolata con un provvedimento più organico, ma soprattutto unico - la politica pugliese, in modo trasversale, debba fare la propria parte al fine di consentire ai privati, ma anche ai condomini di conseguire gli incrementi volumetrici consentiti dalla Legge regionale n. 14 del 2009 (Modifiche agli articoli 5 e 7 della Legge regionale 30 luglio 2009, n. 14 - Misure straordinarie e urgenti a sostegno dell'attività edilizia e per il miglioramento della qualità del patrimonio edilizio residenziale). Incrementi volumetrici che è bene dire vanno nel senso della salvaguardia del suolo!


La Legge approvata oggi vede, infatti, come firmatari, il collega Francesco Ventola, ma anche Fabiano Amati (Pd), Sabino Zinni (Emiliano sindaco di Puglia), Vincenzo Colonna (Noi a Sinistra), Paolo Campo (Pd) e Donato Pentassuglia (Pd) a conferma che si tratta di un'iniziativa legislativa di importanza rilevante per l'economia pugliese. L'assunzione di responsabilità politico-amministrativa assunta dalla politica pugliese per dotare anche il sistema di norme più semplici, serve anche ad aiutare gli uffici urbanisti dei Comuni pugliesi che si sarebbero trovati di fronte a uno stallo senza precedenti, che avrebbe provocato danni all'economia edilizia.

 

************************************

 

TASSA SULLA BENZINA, ZULLO (COR): NESSUN DUBBIO SUI SINDACI. E’ IL SOLITO GIOCO DI EMILIANO CHE LANCIA LA PIETRA E NASCONDE LA MANO!

Dichiarazione del presidente del gruppo regionale dei Conservatori e Riformisti, Ignazio Zullo

 

Non avevamo dubbi.


Prima ancora di leggere le dichiarazioni dei sindaci Antonio Decaro (Bari) e Paolo Perrone (Lecce), non avevamo, infatti, neppure ipotizzato che non potessero essere stati i primi cittadini a chiedere al presidente della Regione, Emiliano, di ripristinare la tassa sulla benzina (Irba) per finanziare il parco degli autobus delle linee cittadine e regionali. E non perché ci siamo confrontati preventivamente con Decaro o Perrone, o con qualsiasi altro sindaco, ma perché mai i sindaci che sono l'avamposto della democrazia, coloro che per primi raccolgono le amarezze e la rabbia dei loro cittadini, ma avrebbero potuto chiedere alla Regione di tassarli ancora di più!

I sindaci sanno bene che i cittadini sono fin troppo stanchi, perché costretti a “scaricare” su di loro tutte le inefficienze regionali e governative: la Regione non ha concluso il ciclo dei rifiuti? E  loro sono costretti ad aumentare la relativa tassa. Senza parlare dei  tanti servizi pubblici che non ricevono più copertura o che la Regione paga in ritardo, ma che i sindaci devono comunque garantire.


La verità è che Emiliano come sempre lancia la pietra e poi nasconde la mano o peggio dà colpa a qualcun altro: sabato aveva lanciato questa proposta poi di fronte alla sollevazione anche della sua maggioranza ha pensato bene di dare la colpa ai sindaci, sperando che Decaro gli venisse in soccorso.
Ma Decaro ha preferito smentire il governatore che passare per un sindaco che chiede di tassare i suoi cittadini... Emiliano e' come un re. Nudo in questo momento!

 

 




Segnala questa pagina
mappa del sito

Per un tuo commento scrivi sul Guest Book del Delfini Erranti


home   cookie policy guest book   sport   cultura   società   ambiente   delfinario   blunote