HOME D.E. GUEST BOOK SPORT ISCRIVITI DELFINARIO LINKS COOKIE POLICY


•   MANDURIA (TA): La Coldiretti nella gestione del Parco dei Messapi
•   RICONOSCIMENTO NAZIONALE PER IL PIZZAIOLO TARANTINO PROFESSIONISTA MICHELE DI BARI
•   PULSANO: IL COMUNE FA COPRIRE TUTTE LE BUCHE SU VIA TARANTO

•   STELLATO-LUPO: coesione e rilancio,
i nostri impegni per Taranto

•   COMUNICATI STAMPA DEL M5S


•   Taranto, tutto pronto per la Festa di Sant'Antonio 2019
•   “Storia e Architettura”
“San Pietro: l’altra Basilica”.

•   Attenti a quei due: confronto diretto tra Mare e Terra in una sfida tra grandi chef
•  Centro di Documentazione


•   Riesame AIA ex Ilva: le valutazioni e richieste di Legambiente
•   Il Dossier Taranto di Legambiente sull’ex Ilva
•   GRETA CHIAMA TARANTO


•  U Tarde nuestre -
rassegna quotidiana

•  Basket
•  Atletica
•  Delfini Erranti Touch Rugby Taranto
•  Altri


Notizie
Ricorrenze
Raccolta Foto


Google
Web DelfiniErranti.Org



stampa l'articolo
Comunicazioni Movimento 5 Stelle
giovedì 19 gennaio 2017


- Replica di AdP a De Lorenzis.
- Bandi FSE: Divieto di assunzione a tempo indeterminato
- Istanza meetup roccaforzata 5 stelle
- Aeroporti di Puglia: nuovo cda. Interpellanza al Delrio
- PUGLIA: LA RISPOSTA ALLA CRISI AGRUMICOLA È LA CUN
- FSE: servizi non pagati.





Replica di AdP a De Lorenzis.
De Lorenzis: Manca garanzia impegno a tempo pieno. Onesti non è opportuno!
Sulla risposta di Aeroporti di Puglia a Diego De Lorenzis, controbatte il deputato del M5S in Commissione IX, Trasporti Poste e Telecomunicazioni, alla Camera dei Deputati.

“La nota stampa di Aeroporti di Puglia è fuori luogo!” - dichiara De Lorenzis - “Il problema non è solo il rispetto della normativa. Nella mia interrogazione pongo anche altri problemi, in primis quello sull’opportunità di tale nomina: ognuno dei ruoli in AdP e in Trenitalia richiedono il massimo impegno con costanza e dedizione.”
“Poi c’è il tema della concorrenza tra le modalità di trasporto!” - continua il deputato - “Ad esempio, la proposta del sindaco di Bari, De Caro, del treno Frecciargento per Roma in 3 ore e mezza, è evidentemente in contrapposizione al trasporto aereo: come farà il presidente Onesti, in palese conflitto di interessi, a valutare in maniera indipendente l'opportunità di un nuovo servizio ferroviario se questo può comportare un minore utilizzo dei voli per Roma?”
“Infine chiediamo di pubblicare gli altri curricula, ammesso esistano, che sono stati valutati: crediamo che per trasparenza nei confronti dei pugliesi e dei cittadini italiani, il dott. Emiliano e il ministro Delrio, abbiamo il dovere morale” - conclude Diego De Lorenzis del M5S - “di far comprendere le loro scelte dato che siamo in una Repubblica e non ci sono sudditi che devono subire scelte calate dall'alto per questioni tanto rilevanti!” -- da Giovanni Vianello Collaboratore del cittadino portavoce Diego De Lorenzis Gruppo parlamentare MoVimento 5 Stelle mail: giovanni.vianello@camera.it

da Giovanni Vianello

Collaboratore del cittadino portavoce Diego De Lorenzis

 

 

Divieto di assunzione a tempo indeterminato:

la suprema Corte boccia la Riforma Madia!

De Lorenzis (M5S): “Dimissioni del Ministro e tutelare i lavoratori”.

 

Sulla questione delle selezioni pubbliche per assunzioni in Ferrovie Sud Est, come in altre società del settore, interviene il deputato pugliese Diego De Lorenzis, del M5S in Commissione Trasporti alla Camera.

“Le schiforme fatte e volute dal Governo continuano non solo ad ignorare i bisogni dei cittadini ma anche a complicare la loro affannosa ricerca di un lavoro stabile e dignitoso” – dichiara il deputato in merito alla recente vicenda che ha visto necessaria una modifica della selezione pubblica indetta da Ferrovie Sud Est da assunzioni a tempo indeterminato in assunzioni a tempo determinato per adeguarsi al divieto introdotto dalla riforma Madia in base alla quale non è possibile al momento per le società a controllo pubblico procedere a nuove assunzioni a tempo indeterminato.

“Si tratta di una riforma aberrante e per questo su molti aspetti bocciata dalla Corte Costituzionale” – spiega De Lorenzis – “perché l’arroganza dei Governi PD induce ad errori gravissimi quanto grossolani, come quello di prevedere solamente un mero parere della Conferenza Stato-Regioni escludendo quindi la partecipazione degli altri enti istituzionali quando invece deve esser raggiunta una vera e propria intesa a garanzia di condivisione, collaborazione e lealtà istituzionale”.

“La Corte Costituzionale conferma l’incapacità dei Governi a guida PD: Renzi o Gentiloni, che ne è la fotocopia nulla cambia, come è anche evidente dalla nomina dell’On. Madia a Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione quasi che collezionare il maggior numero di dichiarazioni di incostituzionalità per le sue riforme sia un vanto! In un Paese normale dopo la sentenza ci sarebbero state le doverose dimissioni della Madia!”

“Noi, in attesa di andare al Governo di questo Paese per tutelare gli interessi dei cittadini, intanto ci assumiamo la responsabilità di garantire i lavoratori e la loro stabilità.” – conclude De Lorenzis – “Per questo abbiamo interrogato il Governo: pretendiamo di sapere quali iniziative il Governo assumerà in merito alla selezione delle Ferrovie del Sud Est e dalle altre società a controllo pubblico nelle medesime condizioni!”

 

***********************************

da rocca5stelle@gmail.com



Servizio di custodia CANI RANDAGI

***********************************

 

da Giovanni Vianello

Collaboratore del cittadino portavoce Diego De Lorenzis

 

Aeroporti di Puglia: nuovo cda.

De Lorenzis (M5S): no a doppi incarichi!

 

Sulle recenti nomine per il consiglio di amministrazione di Aeroporti di Puglia interviene il deputato pugliese Diego De Lorenzis, del M5S in Commissione Trasporti alla Camera.

ll neo Presidente del consiglio di amministrazione di Aeroporti di Puglia, Tiziano Onesti, risulta già Presidente di Trenitalia e già componente del collegio sindacale di Ferrovie dello Stato Italiane. Le altre due nomine del consiglio di amministrazione sono Antonio Vasile, imprenditore alberghiero di Bari e la martinese Beatrice Lucarella, poliziotta e vicepresidente dei Giovani di Confindustria.

“Le nomine in società di così grande rilievo per gli interessi e per le funzioni che sono chiamate a svolgere devono essere trasparenti e soprattutto completamente estranee ad ogni tipo di conflitto di interesse, anche solo potenziale, e di incompatibilità” - dichiara il deputato. “E poi devono essere professionisti del settore con riconosciute competenze!”

“Innanzitutto c’è un problema di metodo: ogni volta che si tratta di procedere a delle nomine, puntualmente si ignora quanto imposto dalla legge e si procede come se si trattasse di un affare privato!” - incalza De Lorenzis - “Ci sono previsioni stringenti sul cumulo di incarichi ed impieghi che richiedono procedure specifiche e autorizzazioni ad hoc per escludere situazioni di conflitto di interessi: ci sono disposizioni precise in materia di incompatibilità di incarichi presso le pubbliche amministrazioni e presso gli enti privati a controllo pubblico necessarie per evitare la corruzione nella pubblica amministrazione!”.

“Infine, anche a prescindere dal rispetto della normativa, possibile che su tanti italiani competenti ed esperti ci si ritrovi sempre di fronte a situazioni di doppi incarichi o di nomine di persone che non hanno competenze nel settore? Davvero non ci sono disponibili altri manager capaci e con esperienza? Come è possibile portare avanti ruoli così importanti, che richiedono un impegno praticamente esclusivo, senza trascurarne uno o peggio entrambi?” - conclude De Lorenzis - “Per questo ho depositato una interrogazione alla Camera dei Deputati per avere chiarezza sulle nomine dei vertici di Aeroporti di Puglia!”.

 

***********************************

 

da Valerio L'Abbate
Assistente Deputato Giuseppe L’Abbate

 

PUGLIA: LA RISPOSTA ALLA CRISI AGRUMICOLA È LA CUN

 

Il deputato pugliese L’Abbate (M5S) replica al dossier sul crac agrumi di Coldiretti Puglia, invitando gli agricoltori a richiedere la Commissione Unica Nazionale per la filiera agrumicola. Il 20 mattina, inoltre, sarà nelle campagne di Castellaneta

 

Ridurre la forbice dei prezzi tra i costi di produzione e quelli finali di acquisto al consumatore attraverso lo strumento della Cun, la Commissione Unica Nazionale di filiera. Questa la risposta del M5S al flash mob organizzato dinanzi al consiglio regionale pugliese da Coldiretti, in cui è stato presentato il “dossier sul crac agrumi” che interessa soprattutto il territorio tarantino. Una situazione aggravata dal maltempo di queste ultime settimane e dal calo dei consumi, scesi sotto i 15 chilogrammi per persona l’anno per effetto di una diminuzione che negli ultimi 15 anni varia da oltre il 20% per le arance ed oltre il 50% per i mandarini. E, come dichiarato dagli stessi vertici Coldiretti, il grave problema della risposta dei mercati e dei prezzi è ciclico.


“Le problematiche relative ai prezzi pagati agli agricoltori che non riescono neanche a coprire i costi di raccolta, peraltro drammaticamente aggravati dal maltempo e dalla concorrenza sleale, trovano risposta nella Commissione Unica Nazionale di filiera – dichiara il deputato pugliese Giuseppe L’Abbate, capogruppo M5S in Commissione Agricoltura alla Camera – Invitiamo gli agrumicoltori pugliesi a chiedere, assieme a noi, al Governo Gentiloni di istituire la Cun, istituita con un mio emendamento alla legge
91/2015, mettendo così in soffitta, finalmente, le vetuste borse merci e, al contempo, rendendo trasparenti le trattative, stabilizzando i prezzi nonché creando accordi nella filiera tra produttori e trasformatori. La Cun rappresenterebbe una svolta epocale – continua il deputato 5 Stelle – e permettere di porre le basi per il superamento di problematiche che, purtroppo, si ripetono ciclicamente e conferendo finalmente redditività agli agricoltori. Per quanto concerne, invece, le misure attuabili per sostenere le imprese agricole danneggiate dalle avverse condizioni meteo di queste ultime settimane, abbiamo già suggerito al Governo regionale di Michele Emiliano e a quello nazionale le misure da attuare. Anche per spiegare questo agli agricoltori tarantini e per rendermi conto in prima persona della drammatica situazione – conclude L’Abbate (M5S) – nella mattina di venerdì 20 gennaio sarò nei territori di Castellaneta con diversi incontri organizzati dai locali Attivisti 5 Stelle”.

 

 

***********************************

da Giovanni Vianello

Collaboratore del cittadino portavoce Diego De Lorenzis

 

 

FSE: servizi non pagati.

De Lorenzis (M5S): Politicanti a casa, finanziare il TPL è prioritario!

 

I dipendenti della società titolare dell'appalto pulizie civili e sanificazione con committente Ferrovie Sud Est per le sedi di Taranto e Provincia, hanno lavorato senza retribuzione da sei mesi. Sull’argomento ​interviene Diego De Lorenzis, deputato pugliese del M5S in Commissione Trasporti alla Camera.

 

“E’ inaccettabile che una società pubblica del Ministero commissariata non paghi i servizi ai fornitori!” - dichiara De Lorenzis - “Il servizio di trasporto pubblico regionale mostra disservizi a causa di gestione criminale voluta dai Partiti. I cittadini e, in primis studenti e lavoratori, conoscono sulla propria pelle gli errori della classe politica che prima ha ridotto le FSE a carri bestiame e ora le affamano continuando a tagliare fondi al trasporto pubblico locale. Come è possibile rilanciare l’azienda senza pagare le ditte che effettuano le pulizie a bordo dei treni?! Per questo ho presentato una interrogazione al Ministro!”

 

“E’ sconvolgente” - aggiunge De Lorenzis - “che con tali disservizi per migliaia di cittadini, i politicanti si riempiono la bocca per spendere soldi pubblici per il Frecciarossa. L’emergenza, come dimostrano i fatti, è garantire il diritto alla mobilità sul trasporto pubblico che ogni giorno collega i Comuni pugliesi! La finta “alta velocità” non risolve i numerosi problemi di chi ogni giorno deve affrontare odissee per studenti e lavoratori pendolari, per i turisti o per chi non vuole mantenere 2 o più automobili in famiglia!”

 

“Purtroppo i governi del PD regionali e nazionali continuano a disincentivare il servizio con lo scopo di privatizzarlo e affidarlo agli amici degli amici. Il M5S ha da sempre proposto di incentivare il trasporto locale prima di ogni altra modalità di trasporto perché” - conclude De Lorenzis - “devono essere garantiti la sostenibilità del trasporto e soprattutto il diritto alla mobilità a tutta la cittadinanza: è giusto che i cittadini abbiano servizi efficienti per cui già pagano le tasse.”





Segnala questa pagina
mappa del sito

Per un tuo commento scrivi sul Guest Book del Delfini Erranti


home   cookie policy guest book   sport   cultura   società   ambiente   delfinario   blunote