HOME D.E. GUEST BOOK SPORT ISCRIVITI DELFINARIO LINKS COOKIE POLICY


•   MANDURIA (TA): La Coldiretti nella gestione del Parco dei Messapi
•   RICONOSCIMENTO NAZIONALE PER IL PIZZAIOLO TARANTINO PROFESSIONISTA MICHELE DI BARI
•   PULSANO: IL COMUNE FA COPRIRE TUTTE LE BUCHE SU VIA TARANTO

•   STELLATO-LUPO: coesione e rilancio,
i nostri impegni per Taranto

•   COMUNICATI STAMPA DEL M5S


•   Taranto, tutto pronto per la Festa di Sant'Antonio 2019
•   “Storia e Architettura”
“San Pietro: l’altra Basilica”.

•   Attenti a quei due: confronto diretto tra Mare e Terra in una sfida tra grandi chef
•  Centro di Documentazione


•   Riesame AIA ex Ilva: le valutazioni e richieste di Legambiente
•   Il Dossier Taranto di Legambiente sull’ex Ilva
•   GRETA CHIAMA TARANTO


•  U Tarde nuestre -
rassegna quotidiana

•  Basket
•  Atletica
•  Delfini Erranti Touch Rugby Taranto
•  Altri


Notizie
Ricorrenze
Raccolta Foto


Google
Web DelfiniErranti.Org



stampa l'articolo
Comunicazioni DIREZIONE ITALIA
mercoledì 29 novembre 2017

da Uff.Stampa Dit Reg.Puglia

 

Province, Ventola: non possiamo lasciare i nostri studenti senza riscaldamento per colpa di una riforma Delrio scellerata

Il consigliere e coordinatore regionale di Direzione Italia,Francesco Ventola, così spiega il voto favorevole in sede di esame del ddl sulla variazione al bilancio regionale 2017.
"Scuole senza riscaldamento, strade dissestate, servizi ambientali paralizzati, centri per l'impiego svuotati: è questa la vera fotografia dell'abominevole riforma delle Province voluta dalla premiata ditta Renzi-Delrio.  Tredici milioni di euro che oggi stiamo approvando in Consiglio regionale - con il nostro voto determinante - sono solo un palliativo che stiamo dando alla Città Metropolitana di Bari e alle altre cinque Province pugliesi, enti, ormai, sprofondati in uno stato comatoso". 


Red, Ventola: E' difficile ammettere di aver sbagliato, ma se lo si fa si è galantuomini. Questo centrosinistra non lo è!

Il consigliere e coordinatore regionale di Direzione Italia, Francesco Ventola, aveva chiesto di abrogare un articolo della legge di variazioni di bilancio.
"È difficile ammettere di aver sbagliato ma se lo si fa, si è galantuomini. Per questo motivo avevamo chiesto un atto di onestà da parte del governo perché dalla legge di variazione di bilancio fosse cassato l'articolo 4, un vero e proprio artificio per nascondere il fallimento del Reddito di dignità (approvato con grande enfasi dalla maggioranza nel marzo del2016) solo per anticipare una decisione dell’allora governo Renzi, sancita nella legge di stabilità del 2016 che istituiva il SIA, successivamente sostituito dal REI (Reddito di inclusione), che praticamente si rivolge alla stessa platea di "poveri". In sede di approvazione del Red lo avevamo detto che si stava solo inseguendo il Movimento 5 Stelle e cercando di anticipare il governo Renzi per una sfida politica populistica di questo governo Emiliano. Chiaramente non siamo stati ascoltati e oggi celebriamo il Black Red!  Oggi questo centrosinistra ha avuto l'occasione di ammettere di aver sbagliato, invece, che confezionare un articolo di legge dietro il quale nascondere la faccia. Quella si' RED!!! "

Zullo: più che una variazione di Bilancio è una variazione da "fate bene fratelli"!

Dichiarazione del presidente del gruppo di Direzione Italia, Ignazio Zullo.
"Più che variazione di bilancio sembra una variazione da "fate bene fratelli"!  Quelli che abbiamo approvato sono vere e proprie misure assistenziali e non di sviluppo. Un mettere una "pezza" a Riforme, del centrosinistra nazionale e regionale, che fanno acqua da tutte le parti.  Abbiamo dato 13 milioni alle Province perché la Riforma Delrio le lasciate in uno stato di crisi assoluta; abbiamo dato 20 milioni alla Sanità perché non non abbiamo un assessore che sappia programmare il settore; abbiamo dato altri soldi ai Consorzi di Bonifica per l'ennesima volta in questa due anni e mezzo di legislatura. Insomma, contributi a pioggia per porre rimedio e senza prospettiva "

 



Bari, 28 novembre 2018



---------------------

FONDAZIONE FOCARA NOVOLI, MANCA: IL SINDACO LASCI LA PRESIDENZA E SPIEGHI CIO’ CHE E’ AVVENUTO

 

Il consigliere regionale di Direzione Italia, Luigi Manca, invita il presidente della Fondazione a rendicontare la situazione economica e finanziaria dell’ente

 

Trasparenza dei costi sostenuti e condivisione dei programmi da attuare, vengono prima di tutto.

Per questo invito il presidente della Fondazione Fòcara di Novoli e sindaco di Novoli, Gianmaria Greco, ad effettuare un’attenta ricognizione dei bilancio dell’Ente, in modo particolare per quello che concerne l’intera sua gestione, e contemporaneamente  procedere ad una completa ristrutturazione. Un lavoro complesso che richiede un presidente che sia qualificato e a tempo pieno, così come avviene nelle principali e più importanti Fondazioni culturali italiane.

Perciò sarebbe opportuna una modifica allo Statuto della Fondazione Focara laddove si attribuisce la presidenza in automatico al Sindaco di Novoli.

Non è più accettabile, infatti,  apprendere ogni giorno dalla stampa, o peggio ancora dagli stessi consiglieri comunali, di nuove e sempre più pressanti questioni legate alla mancanza di trasparenza e di pianificazione strategica e finanziaria dell’Ente.

E' tempo per il sindaco di dare risposte concrete, reali ed esaustive come peraltro lui stesso ha più volte ribadito in campagna elettorale ed indicato nei suoi programmi. 

E’ arrivato il momento che il Presidente della Fondazione spieghi ai cittadini i reali  problemi dell'ente che organizza il più grande ed importante evento invernale del Sud Italia.

 

Chiaramente in tutto questo non è estranea la Regione Puglia, socio fondatore dell’Ente insieme al Comune di Novoli ed alla Provincia di Lecce, che non nominando il suo rappresentante all’interno ha mostrato quanto meno scarso interesse, quindi invito il presidente Michele Emiliano, a dare spiegazioni in merito, anche alla luce degli ispettori di TPP inviati.

 

Il Paese ha tanti problemi ed ha bisogno di un sindaco a tempo pieno che abbia una programmazione seria di sviluppo del paese. Ma anche di un primo cittadino che 

veda nell’evento più importante per la città, come la Festa del nostro amato protettore, un reale momento di crescita di tutta la Comunità.

 

 

Lecce, 28 novembre 2017

 

--

 

 

 

Info

Mariateresa D’Arenzo

tel 338/2447026

 





Segnala questa pagina
mappa del sito

Per un tuo commento scrivi sul Guest Book del Delfini Erranti


home   cookie policy guest book   sport   cultura   società   ambiente   delfinario   blunote