HOME D.E. GUEST BOOK SPORT ISCRIVITI DELFINARIO LINKS COOKIE POLICY


•   MANDURIA (TA): La Coldiretti nella gestione del Parco dei Messapi
•   RICONOSCIMENTO NAZIONALE PER IL PIZZAIOLO TARANTINO PROFESSIONISTA MICHELE DI BARI
•   PULSANO: IL COMUNE FA COPRIRE TUTTE LE BUCHE SU VIA TARANTO

•   STELLATO-LUPO: coesione e rilancio,
i nostri impegni per Taranto

•   COMUNICATI STAMPA DEL M5S


•   Taranto, tutto pronto per la Festa di Sant'Antonio 2019
•   “Storia e Architettura”
“San Pietro: l’altra Basilica”.

•   Attenti a quei due: confronto diretto tra Mare e Terra in una sfida tra grandi chef
•  Centro di Documentazione


•   Riesame AIA ex Ilva: le valutazioni e richieste di Legambiente
•   Il Dossier Taranto di Legambiente sull’ex Ilva
•   GRETA CHIAMA TARANTO


•  U Tarde nuestre -
rassegna quotidiana

•  Basket
•  Atletica
•  Delfini Erranti Touch Rugby Taranto
•  Altri


Notizie
Ricorrenze
Raccolta Foto


Google
Web DelfiniErranti.Org



stampa l'articolo
LISTE D’ATTESA, ZULLO: AMATI NON DICA CORBELLERIE, LE PROPOSTE DEI PRESIDENTI DEGLI ORDINI E DEI SINDACATI SONO PREVISTE DALLA LEGGE
giovedì 4 ottobre 2018
E GIA' ATTUATE CON EX-ASSESSORE GENTILE… ALTRO CHE CORTE DEI CONTI!

da Press Noiconlitalia
press.noiconlitalia@gmail.com

Il presidente del gruppo regionale di Direzione Italia/Noi con l’Italia, Ignazio Zullo, invita il consigliere a portare la sua Proposta di Legge in Consiglio regionale


Se qualcuno ha qualcosa da segnalare alla Corte dei Conti che lo faccia, ma non si dica che l'aumento dei budget negli Accordi Contrattuali o l'acquisto di prestazione in attività libero professionali dai propri dipendenti sia un’irregolarità amministrativo-contabile. È al contrario, come suggeriscono i Presidenti degli Ordini dei Medici e i Sindacati, quello che un governo serio di una grande Regione deve fare se tiene a cuore la salute dei propri concittadini.

D’altronde l’acquisto di prestazioni in regime libero-professionale dai propri dipendenti la Puglia l'ha già fatto con l’ex assessore Gentile e all’epoca non ho visto il consigliere Amati denunciare la pratica alla Corte dei Conti, né poteva farlo perché è una facoltà concessa ai Direttori Generali delle Asl dalla legge statale e dai contratti collettivi. Anche l'acquisto di prestazioni sanitarie dagli accreditati è prevista dalla legge e normalmente e ordinariamente viene fatto mediante rimodulazione dei tetti di spesa in funzione dei bisogni di prestazione degli assistiti sulla base dei flussi informativi.

Sono questi due strumenti che dovrebbero essere non solo usati ma anche abusati perché, accanto alle assunzioni di personale, sono gli unici che possono favorire lo snellimento delle liste di attesa.

Rimodulazione dei budget degli accreditati, acquisto di prestazioni in attività libero-professionali dai propri dipendenti e assunzioni di personale sono le misure che il gruppo Noi con l'Italia sta proponendo da mesi ma ci scontriamo con una demagogica e ipocrita campagna denigratoria verso la classe medica, strumentalizzata con una proposta di legge del collega Amati irrispettosa delle norme statali e dei contratti senza che abbia il coraggio di discuterla in Consiglio.

Amati rompa gli indugi, la finisca di dire corbellerie, venga in Consiglio con la sua proposta e si confronti . Questa marcia del gambero, un passo avanti quando deve criminalizzare i medici, e due passi indietro quando la questione deve essere affrontata nelle sedi istituzionali ha francamente stufato e non è più sopportabile.


Bari, 4 ottobre 2018


****************************
per informazioni
mariateresa d'arenzo
338/2447026


Segnala questa pagina
mappa del sito

Per un tuo commento scrivi sul Guest Book del Delfini Erranti


home   cookie policy guest book   sport   cultura   società   ambiente   delfinario   blunote