HOME D.E. GUEST BOOK SPORT ISCRIVITI DELFINARIO LINKS COOKIE POLICY


•   MANDURIA (TA): La Coldiretti nella gestione del Parco dei Messapi
•   RICONOSCIMENTO NAZIONALE PER IL PIZZAIOLO TARANTINO PROFESSIONISTA MICHELE DI BARI
•   PULSANO: IL COMUNE FA COPRIRE TUTTE LE BUCHE SU VIA TARANTO

•   STELLATO-LUPO: coesione e rilancio,
i nostri impegni per Taranto

•   COMUNICATI STAMPA DEL M5S


•   Taranto, tutto pronto per la Festa di Sant'Antonio 2019
•   “Storia e Architettura”
“San Pietro: l’altra Basilica”.

•   Attenti a quei due: confronto diretto tra Mare e Terra in una sfida tra grandi chef
•  Centro di Documentazione


•   Riesame AIA ex Ilva: le valutazioni e richieste di Legambiente
•   Il Dossier Taranto di Legambiente sull’ex Ilva
•   GRETA CHIAMA TARANTO


•  U Tarde nuestre -
rassegna quotidiana

•  Basket
•  Atletica
•  Delfini Erranti Touch Rugby Taranto
•  Altri


Notizie
Ricorrenze
Raccolta Foto


Google
Web DelfiniErranti.Org



stampa l'articolo
Comunicazioni NcI / Dit
sabato 27 ottobre 2018
da Press Noiconlitalia
press.noiconlitalia@gmail.com

RATING PUBBLICO, ZULLO: PEGGIO DELLA PUGLIA SOLO IL MOLISE, SIAMO LA REGIONE PEGGIORE PER QUALITA’ DELLA PA

Dichiarazione del presidente del gruppo regionale di Direzione Italia/Noi con l’Italia, Ignazio Zullo



Altro che Bilancio solido! I conti possono anche tornare ma per qualità dei servizi offerti dalla Regione siamo ultimi, peggio della Puglia solo il Molise. Fanalino di coda della classifica del Rating Pubblico che misura la trasparenza, l’integrità e la performance delle Amministrazioni pubbliche, in questo caso delle Regioni, non con i dati forniti da queste, ma proprio con il coinvolgimento dei cittadini e degli stakeholders. Sono questi che danno le pagelle ai servizi, specie sanitari, che vengono offerti e la Puglia sta decisamente messa male: un penultimo posto con 43 punti totalizzati rispetto all’Emilia Romagna (regione per altro con la stessa popolazione) che si piazza al primo posto con 85 punti. Il valore medio è di 60. Vale a dire che gli abitanti dell’Emilia Romagna hanno giudicato la propria Regione molto al di sopra della media nazionale, mentre i pugliesi l’hanno bocciata clamorosamente.

Non ci meraviglia, dalla Sanità all’Agricoltura il disastro è totale, la qualità della Pubblica Amministrazione fra le peggiori d’Italia.


Bari, 26 ottobre 2018


*********************


TAP, FITTO: OPERA LEGITTIMA. LO SAPEVAMO, LO SAPEVANO I GRILLINI CHE HANNO PRESO IN GIRO GLI ELETTORI

Dichiarazione del presidente di Noi con l’Italia, on. Raffaele Fitto



Il Ministro all’Ambiente, il generale Costa, ci comunica che il Tap è legittimo.

Lo sapevamo, ma soprattutto lo sapevano anche gli esponenti del Movimento 5 Stelle che, in quanto parlamentari, avevano avuto tutto il tempo di leggere le carte e le sentenze, specie quella del Consiglio di Stato del marzo 2017 ( esattamente 1 anno prima delle elezioni politiche) , ma hanno preferito prendere in giro gli elettori in campagna elettorale promettendo che l’opera sarebbe stata bloccata in due settimane. I cittadini hanno creduto in loro votandoli e oggi sono loro sono proprio quei Ministri che, con quei voti, chiudono l’iter approvativo dell’opera.

Speriamo che oggi sia l’ultimo atto di una commedia squallida portata avanti demagogicamente carpendo la buona fede della popolazione e lo stesso Costa oggi avrebbe fatto bene a limitarsi a dire che il Tap è legittimo, se questo sia o meno il suo pensiero o se ritenga giusta o meno l’opera sono opinioni che attengono ad un elettore non a un Ministro dell’Ambiente…


Roma, 26 ottobre 2018


*********************


COMUNALI BARI, ZULLO A DECARO: CONDIVIDIAMO E CONSERVEREMO LE TUE BELLE E DIGNITOSE DICHIARAZIONI, MA IL DESTINATARIO E’ SOLO UNO, EMILIANO!

Dichiarazione del presidente del gruppo regionale di Direzione Italia/Noi con l’Italia, Ignazio Zullo



Antonio Decaro, sindaco di Bari e della Città Metropolitana, non avrà mai il nostro sostegno politico. Non faremo mai parte della sua coalizione perché abbiamo un’altra idea di Bari, siamo convinti che per il capoluogo non sia stato un buon primo cittadino e il pensiero che possa essere alla guida della città per altri cinque anni ci preoccupa.

Ma le sue dichiarazioni politiche meritano non solo rispetto ma anche condivisione:- ‘non sono disposto a vendermi l'anima per qualche voto in più’ - perché interpretano esattamente un modo di fare politica che sentiamo anche nostro e che è distante anni luce da quello del presidente della Regione Michele Emiliano. Perciò Decaro dovrebbe indirizzare proprio al suo predecessore quelle dichiarazioni: perché il sindaco di Bari non può non sapere che quel guazzabuglio di liste civiche - che per la stragrande maggioranza proviene dal centrodestra; alcuni firmatari di quel documento fino a qualche giorno fa seduti erano seduti al tavolo della nostra coalizione – ha proprio la regia di Emiliano! Non una regia disinteressata, non per far vincere il centrosinistra al Comune di Bari, ma per preparare un Piano B per sé alle Regionali del 2020.

A Decaro diciamo che conserveremo gelosamente queste dichiarazioni, perché confidiamo che non si lascerà convincere da Emiliano a imbarcare tutti sulla nuova Arca di Noè, dove non vorremmo che tolti i simboli, candidati moglie-figli-amici, possa rimangiarsi ciò che oggi gli ha dato l’immagine di un politico con una grande dignità!


Bari, 26 ottobre 2018




Segnala questa pagina
mappa del sito

Per un tuo commento scrivi sul Guest Book del Delfini Erranti


home   cookie policy guest book   sport   cultura   società   ambiente   delfinario   blunote