HOME D.E. GUEST BOOK SPORT ISCRIVITI DELFINARIO LINKS COOKIE POLICY


•   Il Dossier Taranto di Legambiente sull’ex Ilva
•   GRETA CHIAMA TARANTO
•   ECCO PERCHE’ L’IMMUNITA’ NON E’ STATA TOLTA A EX-ILVA OGGI
ARCELOR MITTAL.

•   Resoconto del convegno sulla Xylella fastidiosa.
•   MOTTOLA (TA). FOCUS IN MEDICINA INTERNA


•   Attenti a quei due: confronto diretto tra Mare e Terra in una sfida tra grandi chef
•   “Percorsi educativi per una società interculturale”
•   MAGNA GRECIA AWARDS 2019
•  Centro di Documentazione


•   PULSANO: IL COMUNE FA COPRIRE TUTTE LE BUCHE SU VIA TARANTO

•   STELLATO-LUPO: coesione e rilancio,
i nostri impegni per Taranto

•   COMUNICATI STAMPA DEL M5S


•  U Tarde nuestre -
rassegna quotidiana

•  Basket
•  Atletica
•  Delfini Erranti Touch Rugby Taranto
•  Altri


Notizie
Ricorrenze
Raccolta Foto


Google
Web DelfiniErranti.Org



stampa l'articolo
ASSEGNI DI CURA, ZULLO: PER NOI E’ BATTAGLIA DI CIVILTA’, ORA IMPEGNO DIVENTI CONCRETO
mercoledì 11 luglio 2018
da press.noiconlitalia@gmail.com


Il presidente del gruppo regionale di Direzione Italia/Noi con l’Italia, Ignazio Zullo soddisfatto che la mozione sia passata all’unanimità del Consiglio regionale


La mozione per rivedere le procedure di valutazione per chi ha diritto all’assegno di cura è stata approvata da tutto il Consiglio regionale all’unanimità e il presidente Emiliano si è impegnato in prima persona. Siamo soddisfatti di questo risultato perché si tratta di una battaglia di civiltà!

Uno dei problemi che le famiglie dei disabili ci avevano segnalato era infatti l’anomalia di una valutazione dell’invalidità fatta da un singolo specialista, ma chi sta su una sedia a rotelle non ha solo un problema motorio, ma anche psicologico, emotivo, sentimentale per cui è necessario che la valutazione venga fatta da un insieme di specialisti, che sia un equipe multidisciplinare. Non solo, ma che questa possa essere appellata ad un altro organismo nel caso di bocciatura delle richiesta.

Confidiamo che l’accoglimento della nostra mozione comporti ora di fatto la modifica dei criteri di valutazione che oggi tengono fuori anche persone che ne avevano già usufruito perché ritenuti invalidi e dall’ultimo bando fatti fuori dalla graduatoria, crediamo più per motivi di coperture che mancano. Ma questo attiene a un altro capitolo per il quale speriamo che la Regione, che è vero ha aumentato l’importo totale, possa trovare sempre più risorse.

Bari, 10 luglio 2018

---


****************************
per informazioni
mariateresa d'arenzo
338/2447026




Segnala questa pagina
mappa del sito

Per un tuo commento scrivi sul Guest Book del Delfini Erranti


home   cookie policy guest book   sport   cultura   società   ambiente   delfinario   blunote