HOME D.E. GUEST BOOK SPORT ISCRIVITI DELFINARIO LINKS COOKIE POLICY


•   MANDURIA (TA): La Coldiretti nella gestione del Parco dei Messapi
•   RICONOSCIMENTO NAZIONALE PER IL PIZZAIOLO TARANTINO PROFESSIONISTA MICHELE DI BARI
•   PULSANO: IL COMUNE FA COPRIRE TUTTE LE BUCHE SU VIA TARANTO

•   STELLATO-LUPO: coesione e rilancio,
i nostri impegni per Taranto

•   COMUNICATI STAMPA DEL M5S


•   Taranto, tutto pronto per la Festa di Sant'Antonio 2019
•   “Storia e Architettura”
“San Pietro: l’altra Basilica”.

•   Attenti a quei due: confronto diretto tra Mare e Terra in una sfida tra grandi chef
•  Centro di Documentazione


•   Riesame AIA ex Ilva: le valutazioni e richieste di Legambiente
•   Il Dossier Taranto di Legambiente sull’ex Ilva
•   GRETA CHIAMA TARANTO


•  U Tarde nuestre -
rassegna quotidiana

•  Basket
•  Atletica
•  Delfini Erranti Touch Rugby Taranto
•  Altri


Notizie
Ricorrenze
Raccolta Foto


Google
Web DelfiniErranti.Org



stampa l'articolo
On. Altieri su difesa Made in Italy Coldiretti
mercoledì 23 marzo 2016

da altieri_t@camera.it





Agricoltura, Altieri (Cor): Giuste richieste della Coldiretti, difendiamo la qualità, Governo evanescente in Europa

“Difendere il ‘made in Italy” significa tutelare la salute dei consumatori e dare un contributo importantissimo all’economia del nostro Paese e all’occupazione. Per questo motivo è giusto sostenere con convinzione le richieste della Coldiretti  e degli agricoltori che a Bari sono scesi in strada per difendere i prodotti italiani”. E’ quanto dichiara in una nota Nuccio Altieri, deputato di Conservatori e riformisti.

“Gli agricoltori vogliono subito l’etichettatura di origine degli alimenti, una misura che consentirebbe di distinguere i nostri prodotti da imitazioni scadenti prodotte in chissà che modo e chissà in quale paese straniero. A questo punto c’è da chiedersi perché il ministro Martina e il governo non si siano già dati una mossa per fare pressioni sull’Unione europea. Alla Francia è stata già concessa l’autorizzazione dalla Commissione europea per l’etichettatura di origine per i derivati del latte e della carne. L'Italia invece, deve subire l'invasione dell'olio Tunisino, del grano di chissà dove e del latte low cost o addirittura in polvere. Cosa aspettiamo ancora? Bene ha fatto Coldiretti ad alzare la voce, non dobbiamo rassegnarci all’evanescenza del governo Renzi in Europa in materia di tutela del ‘made in Italy’, ma dobbiamo lottare perché queste giuste rivendicazioni siano recepite con ogni urgenza; come Conservatori e Riformisti assicuriamo il nostro convinto sostegno in ogni sede a queste richieste.”




Segnala questa pagina
mappa del sito

Per un tuo commento scrivi sul Guest Book del Delfini Erranti


home   cookie policy guest book   sport   cultura   società   ambiente   delfinario   blunote