lunedì
24   febbraio   2020
ore    14 :32
DELFINI ERRANTI

se vuoi lasciare un messaggio Clicca qui
La redazione del sito non è responsabile dei contenuti dei messaggi inviati dagli utenti del servizio pertanto: lasciare indirizzi e-mail o altre informazioni personali è di responsabilità del singolo utente. La redazione del sito si riserva, inoltre, di cancellare messaggi poco edificanti, insulti gratuiti, materiale pornografico e altro, a favore di un dibattito più serio e maturo.

iscriviti

per sentire la musica clicca qui

ad oggi il sito conta
1922 iscritti

gli ultimi 10 interventi del Guest Book dei Delfini Erranti gli ultimi 10 interventi del Guest Book dei Delfini Erranti
mappa del sito
ci sono 1470 Delfini Erranti in linea
HOME D.E. GUEST BOOK SPORT ISCRIVITI DELFINARIO LINKS COOKIE POLICY
***

Nome

Studichito

e-mail

ulissecultura@katamail.com

Titolo

La delicatezza di Alessandro Criscuolo

Commento:

Team Ulisse Cultura e Spettacoli



All'interno della sala degli stemmi del Palazzo dell'Amministrazione Provinciale, si trova una lapide marmorea che reca la seguente iscrizione dovuta ad Alessandro Criscuolo:
Taranto
Superba di marmi – Gioconda d’amore
Pagana fra le pagane
Nettuno vigilatore
Ostentava sue leggi ed armi.
Roma nemica.
L’umile Pietro – Grande apostolo del Signore
Disse sii cristiana
Pregò – Benedisse – Battezzò
Suscitati dalla nuova parola e vinti
- i tementi dell’ira ventura –
si strinsero loranti attorno a lui
spezzando altari – percotendo Iddii.
Nel maggior Tempio
Le colonne – schiave – incatenate
Lamentano ancora la pagana bellezza
- Mentre flebile nenia canta –
Christus imperat.
A. Criscuolo – (Palazzo Amm. Prov.le)
Delicatezza ed amore viscerale.
Tarentum Nobilissima Urbs

mercoledì 18/06/2003 20:55:39


Nome

ziotonino

Titolo

Calcio????

Commento: Non si capisce più niente, uagnù.. Qua è capace che fanno la b di 57 squadre, la dividono a caso in 7 gironi,(quanto fa 57 diviso 7??) ci inseriscono un pò di squadre a caso, e magari ci ripescano pure perchè abbiamo vinto il campionato di basket femminile.. Tutto ha una sua logica, no??? A parte gli scherzi, può essere probabile secondo voi un allargamento e la riforma immediata? Certo che se squascian u' pallon am finit... O l'hanno già squasciat?

mercoledì 18/06/2003 13:08:39


Nome

GBRB Communication

e-mail

ghiaccioband@yahoo.it

Titolo

CASO CATANIA

Commento:
C'è chi protesta contro il calcio "moderno"


CLICCA QUI


ma il calcio moderno sté mman' a chist'


CLICCA QUI

mercoledì 18/06/2003 10:20:21


Nome

GBRB Communication

e-mail

ghiaccioband@yahoo.it

Titolo

Buona giornata con ... storia

Commento:
Oggi vi diamo il nostro buondì, accompagnandolo con un interessante raccontino tratto da talsanoweb, inviatoci dall'amico
Fabio P. in M.List. Qui lo offriamo a tutti. Buona lettura:


Ricordo come se fosse ieri quella tiepida giornata estiva del lontano Giugno 2001. L'Agip aveva trovato importantissimi giacimenti di petrolio nel Mar Grande e si apprestava ad effettuare le prime trivellazioni di sondaggio. Taranto viveva fra le proteste di una Giunta psuedo-ambientalista che tentava di fermare le ciminiere dell'Ilva e le polemiche sorte a causa di un incendio che aveva distrutto l'unica zona turistica della sua provincia. Io, Mimino 'U Fetente, cataldiano verace, meglio apprezzato come "Lo sceicco" a causa del colorito bruno della mia pelle ma soprattutto dell'amore verso il gentil sesso tanto forte da possedere un autentico harem, io quel giorno capii tutto. Mi presentai al Presidente della compagnia petrolifera e mi feci annunciare. Quando il dirigente lampascione sentì che in anticamera c'era "lo sceicco", non perse tempo e venne a stringermi la mano. "In cosa posso esservi utile?". "Voglio entrare nel bisiniss", gli dissi. Detto fatto, mi nominarono componente del consiglio d'amministrazione della nuova società che fu creata per sfruttare gli enormi giacimenti del golfo di Taranto. Trascorsero pochi mesi e dal Lungomare si potevano ammirare le enormi piattaforme petrolifere che per l'occasione vennero costruite da una ditta pakistana, la Bhel Elhi, specializzata in questi lavori ma perennemente in crisi (pur essendo leader nel suo campo fu costretta a mettere milleottocento indù in cassa integrazione e in tale stato vivono ancora oggi, magri come fachiri, dopo che sono passati vent'anni). Il panorama di chi giungeva in città era globalmente affascinante. Dalle grandi nubi di fumo siderurgiche del Mar Piccolo si spaziava verso le alte trivelle di perforazione; poco più in là si ammiravano le navi ed i sottomarini nucleari della nuova base militare. Ma non c'era inquinamento. Tutte le stazioni di rilevamento, gestite da un consorzio misto composto da bravi politici e dai principali industriali dell'area, stabilivano con esattezza che l'aria era salubre. Nacque così l'idea di abbattere il Castello Aragonese per costruirci il più grande Centro di Cura contro le malattie respiratorie: una sorta di mega-sanatorio presso il quale confluivano i malati di tutta Europa.

Io intanto facevo carriera e decisi di entrare in politica. Mi nominarono assessore prima, vicesindaco e senatore dopo. Il nostro petrolio era di ottima qualità. Non solo: con le immense disponibilità riuscivamo a soddisfare il fabbisogno della Nazione e ad esportarne milioni di barili verso Europa e Stati Uniti. Fu il toccasana per il bilancio italiano che in circa cinque anni della seconda era berlusconiana recuperò il deficit e passò in attivo. Decisi che era giunto il momento di chiedere per Taranto il giusto ritorno in termini di benefici e prestigio internazionale. Pertanto nel corso di una breve discussione in Parlamento, ed in cambio di una fornitura di petrolio per almeno due secoli all'Italia, fu annunciata la nascita del Nuovo Stato Indipendente sul suolo italico: dopo San Marino vedeva la luce l'Emirato Dah Cotz Edha Fjcotz. Ovviamente feci eliminare tutto l'asfalto dalle strade trasformandole in enormi dune sabbiose percorse da lunghe file di cammelli, fu restaurata completamente la Casbah Vecchia, e maestosi palmizi presero il posto di viole, violette e pansè. L'arabo divenne la lingua ufficiale ed il tenore di vita dei tarantini divenne il più alto del mondo. Fu il petrolio la fortuna di quella che allora era una banalissima città assopita fra due mari, e i tarantini lo capirono subito: nessuno si azzardò a tentare di fermare i primi passi della ricivilizzazione, nessuno osò mettersi contro di me, Mimino 'U Fetente o, se volete, Sua Maestà "Lo Sceicco"!

Costantino Liaci

mercoledì 18/06/2003 09:25:09


Nome

turco

Titolo

tragedia dell'ILVA

Commento: Buongiorno Uagnu'. Appredo con ritardo la tragedia dell'ILVA e di tutti i commenti che ne sono seguiti.
Su tutti, vorrei dimostrare la mia solidarieta' al Delfino Fabio per la presa di posizione decisa e ferma, a seguito della situazione interna dell'ILVA.
Tutto quello che e' accaduto ( morte dei due operai, fiaccolata disertata dai cittadini, indifferenza documentata da Fabio nella sua lettera) ci deve far riflettere su come, ancora una volta, la trasformazione del volto della citta' di Taranto deve passare unicamente dai cittadini e dalla loro diversa mentalita' nell'approccio alle problematiche di vita cittadine: senza questo cambiamento ( mi rendo conto difficile ma non impossibile per i nostri fratelli tarantini residenti ), Taranto e' destinata a sopravvivere come e' abituata a fare da anni ormai.
Non mi stanchero' mai di dire che la salvezza economica di Taranto sara' rappresentata dal turismo: e' una convinzione gia' radicata in me e che si consolida sempre piu' ogni volta che visito, per lavoro o per piacere, qualche parte del mondo dove il turismo e' proprio l'unica risorsa di vita.
Resta l'amarezza e il dolore per la scomparsa di altre vite umane.
FORZA TARANTO IN TUTTI I SENSI
MENTALITA' DIFFERENTE PER UNA TARANTO DIFFERENTE

mercoledì 18/06/2003 09:19:42


Nome

GBRB Communication

e-mail

ghiaccioband@yahoo.it

Titolo

TardeTà

Commento:
Dal Corgiorno

Taranto giornopergiorno
clicca qui

mercoledì 18/06/2003 08:47:10


Nome

GBRB Communication

e-mail

ghiaccioband@yahoo.it

Titolo

MagicoRossoblu

Commento:
Dal Corgiorno, dal Corriere dello Sport e dalla Gazzetta del Mezzogiorno



Le ultime sul Taranto

mercoledì 18/06/2003 08:37:28


Nome

Taranto Channel

e-mail

tarantochannel@blunote.it

Titolo

100Sport Magazine per intero

Commento:

Ospiti in studio: Di Bitonto, opinionisti

mercoledì 18/06/2003 01:08:36


Nome

GBRB Communication

e-mail

ghiaccioband@yahoo.it

Titolo

Benvenuti :-)

Commento:




blomqvist
niutao1

martedì 17/06/2003 23:41:23


Nome

Piero da Siracusa

Titolo

...un Caro saluto...

Commento:

...a TUTTI voi...
Cari Delfini e Delfinazze...
qui il caldo ci fa skiattare...
l'umidità è regalata...
e quindi...praticamente SI MUORE !!!

adesso scappo...nn vorrei abituarvi male ;-)))
Vi saluto con il Mio solito abbraccio...
Piero Delfino dal mare di Sicilia.

martedì 17/06/2003 21:21:51


Nome

Francesco - Ghiaccio bollente rossoblu

e-mail

ghiaccioband@yahoo.it

Titolo

x ziotonino

Commento:
E' proprio vero. A quà ù sole è foooorte. Viat'a vù ca disce ca stè avéne nu picche de friscke nell'aaaaalta Italia!!! Ma mi devi credere, sulle prime non ge me n'agghia accorte proprie che era passata (per un errore di sbaglio del dìcito) un'immagine del 17 sì ma maaaaaggio! Sembrava una cosa quasi attuale. Ed infatti, dal 17 maggio ad oggi, non vorrei mettere il dìcito stavolta nella piaga, ma l'unico, dicasi unico, che ha firmato un regolare contratto con il Taranto calcio è il sig. Nicola Di Bitonto, portiere di lungo corso. Tutto il resto sono ... si dice, quasi certo, senz'altro, non ci sono dubbi, nessuna paura, questione di momenti, domani si occupa di noi, nà nà stè arrive, insomma ... è tutt'apposte.
E niente in ordine.

Salutoni e buon appetito a tutti.

martedì 17/06/2003 13:21:27


Nome

Spuenz

Titolo

Buongiorno Delfinario

Commento: Io ho provato a seguire la ricetta di Roberto ma mi è sembrata insufficente per un pranzo che si rispetti. Così ho pensato di preparare qualche calamaro ripieno

e sto per "affogare" questo bell'esemplare di polpo

Buon pranzo Delfinario
Spuenz

martedì 17/06/2003 12:46:06


Nome

Roberto 3000 anni

e-mail

r&b@alma.it

Titolo

Un saluto appetitoso a tutti

Commento: Cominciamo con un fresco (caloroso non è il caso..) benvenuto ad i nuovi entrati in questo branco di pazzi:
scrivete, scrivete, scrivete:-)))
Quindi un altrettanto fresco e ventilato buongiorno al Delfinario United&Associated, il Delfinario più bello del mondo ed in particolare a Piero da Sr, che in questo periodo ha problemi con il server di posta elettronica.
Quindi, per i ghiottoni sfaticati, una ricetta facile-facile (facìteme sapè) per questi giorni di calura.
Per quattro persone normali (ovvero per 2 se siamo io e Fabio)
Prendete 300 gr di tonno BBBBuono, per esempio il Consorcio o quello Torre Cusumana (proveniente dalle tonnare di Erice-Tp), lo scolate ben-bene e ci aggiungete l'olio extravergine di oliva di quello bbbuono (consiglio quello di Montemesola o quello, amma dìcere a verità, cima di Bitonto), con prezzemolo tritato e peperoncino a scelta
(dipende dalle condizioni del vostro "tubo di scappamento"...eheh):
pestate il tutto e fate macerare per il tempo che ci va a mettere l'acqua della pasta e far cuocere 500gr di fusilli (consiglio per la forma quelli Barilla o i Voiello).
A cottura ultimata versate la pasta nel "cuppone" dove c'era il tonno.
Mescolate e servite, ricordandovi che "ce sparte, jàve a megghjia parte", ovvero voi che avete cucinato mangiate la vostra parte direttamente nel cuppone.
Variante anomala 1: fate saltare la pasta con il tonno per un minuto in un tegame con della cipolla bionda a fettine.
Variante anomala 2 (che preferisco): fate macerare assieme al resto anche aglio triturato (se lo gustate) o a spicchi (per poterlo eliminare prima di mangiare).
Attendo vostri riscontri.
Buon appetito:-)))))))

martedì 17/06/2003 10:01:05


Nome

GBRB Communication

e-mail

ghiaccioband@yahoo.it

Titolo

Altri Sport rossoblu

Commento:
basket in carrozzina
pallanuoto
trofeo del mare

in Altre notizie

martedì 17/06/2003 09:58:02


Nome

ziotonino

Commento: Ghiaccio ma ce ssucced?? u cavt fac mal pur a te!!!! ce t par u cas di mettere la rassegna di un mese fa?? Ecco pccè nun ce ste capiv nind!!!! mo dicevo..ma il piano salva stipendi non l'hanno già approvato?? Che mi so perso qualche passaggio?? Mannaggia al caldo mannaggia! :-))

martedì 17/06/2003 09:43:42


Nome

GBRB Communication

e-mail

ghiaccioband@yahoo.it

Titolo

Commento:
Dal Corgiorno

Taranto giornopergiorno
clicca qui

martedì 17/06/2003 09:03:18


Nome

GBRB Communication

e-mail

ghiaccioband@yahoo.it

Titolo

Commento:
Dal Corgiorno e dal Corriere dello Sport

Le ultime sul Taranto

martedì 17/06/2003 08:55:57


Nome

MENEFOTTO

Commento:

martedì 17/06/2003 04:00:42


Nome

Francesco - Ghiaccio bollente rossoblu

e-mail

ghiaccioband@yahoo.it

Titolo

Certe ca vù site bell'e care ...

Commento:
però osce m'avite fatte 'na capa tande! E ce ccooose! Ce stè dicite? Sarà il caldo? Mò ca stoch'a penze, t'nite raggiòne, uagnù.
Certe sciurnate jè cinde vòte megghie a stà citte!
Come diceva quello là, la parola è d'argento, il silenzio è d'oro!
Buona notte, amici, buona notte a tutti.

lunedì 16/06/2003 23:15:12


Nome

GBRB Communication

e-mail

ghiaccioband@yahoo.it

Titolo

Benvenuti :-)

Commento:




SaTuRnO
manuel

lunedì 16/06/2003 23:02:20


Nome

GBRB Communication

e-mail

ghiaccioband@yahoo.it

Titolo

IL CASO CATANIA

Commento: DA "BLUNOTE"

CASO CATANIA: Consiglio Stato contro etnei, sospeso provvedimento del Tar,
16.06.2003

Il presidente della sesta sezione del Consiglio di Stato, Mario Egidio Schinaia, con un proprio decreto pubblicato questa mattina, ha sospeso il provvedimento del Tar della Sicilia relativo al caso Catania e «gli atti successivi posti in essere», fino alla decisione, prevista per domani, da parte dello stesso Consiglio di Stato sulla vicenda. Di fatto, il Consiglio ha fermato qualsiasi procedura, dall'esecutività della riammissione del Catania in B alla nomina del ministro Urbani come commissario ad acta. Il decreto del consiglio di stato ha così sospeso l'ordinanza del Tar Sicilia che il 5 giugno scorso aveva accolto il ricorso del Catania calcio contro il verdetto della Corte federale della Figc, annullando dunque la decisione sportiva di convalidare l'1-1 sul campo con il Siena, in serie B. L'effetto della decisione del Tar era stato quello di ripristinare la vittoria a tavolino del Catania, annullando la retrocessione in C1 determinata dalla classifica. La decisione della sesta sezione del consiglio di stato arrivata oggi fa seguito a un primo pronunciamento dell'11 giugno scorso, con il quale il ricorso della Federcalcio contro il Tar era stato respinto, «non emergendo un'estrema gravità ed urgenza». La sospensione dell'ordinanza del tribunale amministrativo, che ha valore solo sull'esecutività e non sul merito, è stata invece decisa oggi, come recita il decreto del Consiglio di Stato,
«per fatti sopravvenuti» presentati dalla stessa federcalcio il 14 giugno che aggiungono fatti nuovi sulla vicenda.
L'atto arriva comunque alla vigilia della discussione di merito del ricorso della Figc da parte della sesta sezione del Consiglio di stato. L'appuntamento è fissato per domani, ore 9,00.

lunedì 16/06/2003 16:04:57


Nome

GBRB Communication

e-mail

ghiaccioband@yahoo.it

Titolo

TardeTà

Commento:
Dal Corgiorno

Taranto giornopergiorno
clicca qui

lunedì 16/06/2003 07:51:09


Nome

GBRB Communication

e-mail

ghiaccioband@yahoo.it

Titolo

Altri Sport rossoblu

Commento:
da Corgiorno
CRAS
clicca qui
e poi vai a basket

lunedì 16/06/2003 07:18:29


Nome

GBRB Communication

e-mail

ghiaccioband@yahoo.it

Titolo

MagicoRossoblu

Commento:
dal Corgiorno e la Gazz. del Mzg
Le ultime sul Taranto

lunedì 16/06/2003 07:04:47


Nome

GBRB Communication

e-mail

ghiaccioband@yahoo.it

Titolo

MagicoRossoblu

Commento:
da Corgiorno e GazzettaMzg


Le ultime sul Taranto

domenica 15/06/2003 08:43:52


Nome

GBRB Communication

e-mail

ghiaccioband@yahoo.it

Titolo

x Pordenòn

Commento:
Effettivamente ieri sera non c'era, diciamo così, una gran folla a Piazza della Vittoria. Basta dare uno sguardo alle immagini messe su questo muro per farsene un'idea. Le stesse dichiarazioni di sindaco e sindacalisti, tese a giustificare in qualche modo l'assenza, non fanno che confermarla. Se il Corgiorno parla di "compattezza" riferendosi a circa duecento persone evidentemente c'è da pensare, e amaramente, che quel numero rappresenta per il nostro maggiore quotidiano locale il massimo della partecipazione che attualmente la città può dare per adunate di questo tipo.
Ma siamo sicuri che la poca gente sia la conseguenza di cinica e scoraggiante indifferenza della città per lo sfortunato destino delle povere vittime o non è, forse, ormai fastidio e rifiuto di aderire a queste chiamate a raccolta, tese probabilmente, anche per occasioni tristissime, alla ricerca e alla gestione dell'immagine?

sabato 14/06/2003 18:31:22


Nome

superfranco60

e-mail

superfranco60@libero.it

Titolo

Ilva assassina!!!!!!!!!!!!!

Commento: Ancora una volta ci troviamo a commentare le morti di ragazzi o uomini che danno la propria vita per un tozzo di pane,che subiscono continuamente ricatti ed abusi da parte di Riva senza colpo ferire nel fondato timore di perdere il posto di lavoro. Non c'è che dire quando ad una fiaccolata partecipano pochi intimi quasi che il problema sicurezza non riguardi nessuno dei tarantini che quotidianamente sfidano la morte sperando nella buona sorte e nelle stelle. Francamente sono molto dispiaciuto ed amareggiato per questa e per tutte le altre drammatiche disgrazie che hanno turbato la nostra citta' e che mi inducono a pensare ad una azienda assurdamente e furbescamente poco propensa ad investire in termini di sicurezza delle vite umane,in spregio alle piu' elementari norme che ogni azienda seria dovrebbe tenere in debito conto. Si puo' decidere di tagliare i costi in vari modi,ma non è assolutamente accettabile che si decida di risparmiare sulla sicurezza pur sapendo che è in ballo la vita di tanti esseri umani. Oggi come oggi,purtroppo,prevale la logica,sia pur aberrante e deprecabile,del profitto ad ogni costo ed in qualsiasi modo ottenibile,poco importa se per ottenerlo sia necessario sacrificare qualche vita umana,il solo scopo deve essere quello di massimizzare i ricavi spendendo il meno possibile;Riva ci ha ormai ampiamente dimostrato di essere fra quegli imprenditori che ragionano in questi termini e se ne frega della pelle dei poveri tarantini costretti a sbarcare il lunario correndo rischi tremendi. Vi abbraccio e colgo l'occasione per salutare il delfinario con l'augurio che possa esserci una positiva inversione di tendenza in merito al problema sicurezza.

sabato 14/06/2003 17:20:03


Nome

Pordenòn

Titolo

TRATTO DAL CORRIERE DEL GIORNO

Commento: "Taranto ha risposto compatta, commossa. Taranto, ieri sera, si è incontrata in Piazza della Vittoria per commemorare ..." Stando al Corriere, Taranto ha risposto compatta; stando alla Gazzetta, il tutto si è svolto alla presenza di pochi intimi. Ogniqualvolta mi allontano dal Nord, ne rimpiango la professionalità. In tutti i campi. A buon rendere.

sabato 14/06/2003 16:45:25


Nome

GBRB Communication

e-mail

ghiaccioband@yahoo.it

Titolo

TardeTà

Commento:
Da Corgiorno e Gazzetta del Mzg

Taranto giornopergiorno
clicca qui

sabato 14/06/2003 10:21:06


Nome

GBRB Communication

e-mail

ghiaccioband@yahoo.it

Titolo

MagicoRossoblu

Commento:
da Corgiorno, Corriere dello Sport e Gazzetta del Mzg

Le ultime sul Taranto

sabato 14/06/2003 09:34:13


Nome

GBRB Communication

e-mail

ghiaccioband@yahoo.it

Titolo

Perchè la gente
non c'era ... ?!?

Commento:
da Corgiorno e GazzettaMzg

sabato 14/06/2003 08:54:55


Nome

GBRB Communication

e-mail

ghiaccioband@yahoo.it

Titolo

Non aver paura di AVERE CORAGGIO

Commento:
Non avrei mai immaginato che nell'ambiente lavorativo si scatenasse in maniera così subdola ed evidente tutto il complesso delle bassezze umane. Ho reagito osservando attonito e disgustato.....

Anche oggi, ero di 2° turno, si è continuato a scherzare e ridere, tutti dispiaciuti dell'accaduto,ma rassegnati. Perfino il caporeparto con la sua ipocrisia, ci spiegava che loro (i dirigenti) erano più dispiaciuti di noi.....avevano visto la scena del disastro......ed io in silenzio ad ascoltare......fino a quando ha chiesto un mio parere....... In poche parole ho detto a lui che niente e nessuno può o potrà mai giustificare la loro complicità nell accaduto. Non ci sono giustificazioni valide a liberare la coscienza dal senso di colpa ( sempre che si abbia una coscienza). Apriti cielo!!!!! Sono stato accusato di fregarmene dell'azienda...
che lui era il CAPO!!!!!
Io in maniera calma, come sempre ho fatto notare che nel mondo del lavoro è importante essere se stessi dicendo quello che si pensa.
Peggio!!!!!!! Accusato anche dai miei colleghi, di voler far chiudere l'ilva.
Cosa peggiore, al mio fianco un delegato del sindacato, ha fatto scena muta,mentre io ribattevo tutte le fesserie che diceva. Dopo un break di alcuni minuti......la goccia che ha fatto traboccare il vaso.....mentre fumavo, il capo mi faceva notare il cartello "VIETATO FUMARE" e spiritosamente mi faceva notare che quel cartello faceva parte dei doveri dell'OPERAIO.
Bhe!! permettetemi.....ho detto a lui che cose + importanti avrebbe dovuto chiarirmi, ad esempio se è normale che io giri di notte da solo nel reparto, senza la dovuta sicurezza, (illuminazione e apparecchiature interfoniche). Alla mia insistenza nel chiedere se fosse possibile una cosa del genere,sempre in presenza del delegato
"muto e sordo"
lui con pronta risposta affermava che andare soli era normale, anzi era prescritto nelle consegne aziendali. Io continuavo a fargli la stessa domanda, coinvolgendo il delegato,il capo rimaneva sulla sua posizione, il delegato continuava la scena muta......comunque io son rimasto sulle mie, cioè che non sarei mai andato a fare i controlli, specie di notte da solo.
Subire tante umiliazioni ok uno ci può anche passare, ma quando si subiscono veri e propri attentati alla propria incolumità, no non va proprio bene, questo significa fregarsene assolutamente della vita altrui.
Effettivamente la stragrande maggioranza dei sindacalisti è alquanto imbarazzata nell'affrontare il tema della sicurezza, non tutti però. Credo che all'interno dei vari sindacati ci siano delle persone dotate della sensibilità necessaria e desiderose di affrontare il discorso sicurezza, ma lavorano da soli e credo si sentano abbandonati dai colleghi. Se queste persone potessero lavorare assieme si sentirebbero più forti e stimolati potendo così affrontare il problema con maggior impeto e determinazione. Intanto i miei colleghi tutt'intorno ad ascoltare, ma nessuno ha fatto un proprio intervento....
anzi contro di me....


pensavo dentro me....(Cari colleghi la vostra posizione è davvero povera ed umiliante.. i "baroni" agiscono sotto l'umpulso sfrenato della perfidia e dell'ottusaggine voi con la vostra omertà accrescete il problema in maniera esponenziale).

Finita la discussione, senza nè vinti nè vincitori, hai quei 2 minuti di riflessione e ti accorgi che capire che non sei Tu l'errore e che non sei Tu che hai provocato tutto questo è la cosa più difficile. Quante volte mi sono chiesto Perché? Quante volte ho cercato di ripercorrere le mie giornate lavorative e impazzendo non riuscivo a capire quali erano stati i miei errori o quale era stato il mio comportamento per far scagliare contro di me le ire dei miei Dirigenti. Ma dopo tanto tempo ho compreso che non ero io il problema ma ero solo una vittima e che il problema erano "LORO", esseri indegni, i quali avevano deciso di annientarmi psicologicamente. Il motivo? Pura e semplice voglia di farmi del male. Come ricambiare il male che mi hanno arrecato? Pagheranno fino all'ultimo centesimo!!! Questo è il modo migliore per colpirli, fidatevi.
Un consiglio che mi sento di dare ai colleghi?

Non mostrarsi mai deboli o disponibili

la buona educazione viene interpretata come debolezza e i deboli sono prede ancora più facili da calpestare.

Fabio P.

sabato 14/06/2003 07:20:50


Nome

ziotonino

Commento: Che tristezza. Non ci sono altre parole.Uno dei ragazzi che hanno lasciato la pelle aveva la mia età. Solo che lui è stato molto, ma molto più sfortunato di me. Ma siamo sicuri che si tratta solo di sfortuna? No io non lo penso. Non è sfortuna, è un piano criminoso che ha come unico scopo quello del profitto sulla pelle di chi lavora (e anche di chi non ci lavora, viste le polveri...) Penso però che noi, espressione importante di una parte di taranto, dobbiamo davvero impegnarci su questo fronte. Come? Non lo so bene, i manifesti sono stati un segnale importante.Continuiamo su questa linea. Urliamo e facciamo capire a chi amministra la nostra città che così non si può andare avanti, che è necessario ridare dignità e sicurezza ai laoratori. Più saremo a dirlo, più avremo possibilità di farci ascoltare. Speriamo davvero che ci sia tanta gente stasera in piazza. Buonaserata. giuseppe

venerdì 13/06/2003 22:03:57


Nome

GBRB Communication

e-mail

ghiaccioband@yahoo.it

Titolo

La tragedia: i commenti.

Commento:
da Corgiorno


clicca qui

venerdì 13/06/2003 20:42:44


Nome

Pordenòn

Titolo

CHIEDO SCUSA

Commento: Il mio messaggio precedente è stato scritto prima di dare un'occhiata agli interventi precedenti. Evidentemente toni e temi di questi mal si conciliano con la natura del mio saluto. Chiedo scusa a tutti, ancor più alle vittime della tragedia consumatasi all'ILVA.

venerdì 13/06/2003 18:47:52


Nome

Pordenòn

Titolo

WE WANT OF YOU, WE!

Commento: Un saluto a 360° dalla città dei due mari dove presumibilmente trascorrerò i prossimi quattro mesi. Un cordiale Forza Taranto a tutti dal vostro Pordenòn Nuestr. P.S. Qui impazzano i vandali.

venerdì 13/06/2003 17:07:45


Nome

Francesco - Ghiaccio bollente rossoblu

e-mail

kalifra@libero.it

Titolo

Se io fossi ...

Commento:
il sindaco, o un rappresentante dell'amministrazione, o dell'opposizione, o delle istituzioni, o del sindacato, o dell'Ilva

la fiaccolata di stasera, forse, non l'avrei organizzata

alla fiaccolata di stasera, forse, non ci andrei

andrei, forse, davanti ad uno specchio ...

venerdì 13/06/2003 13:43:20


Nome

GBRB Communication

e-mail

ghiaccioband@yahoo.it

Commento:
Eccovi i commenti di Raffaele Fitto e di Monsignor Benigno Luigi Papa, arcivescovo di Taranto.

venerdì 13/06/2003 13:19:36


Nome

GBRB Communication

e-mail

ghiaccioband@yahoo.it

Titolo

Un dolore immenso ...

Commento:
Eccovi alcuni articoli usciti oggi sullo straziante incidente accaduto ieri nel primo pomeriggio all'Ilva, in cui hanno perso la vita Paolo Franco di 24 anni e Pasquale D'Ettore di 27.

venerdì 13/06/2003 12:27:41


Nome

GBRB Communication

e-mail

ghiaccioband@yahoo.it

Titolo

Lettera ai giornali:
anche questo si poteva evitare.

Commento:

Salve, sono un operaio dell'ILVA e vorrei esprimere il mio rammarico per l'incidente verificatosi oggi all'ILVA.

L'argomento in questione riguarda soprattutto la sicurezza.

Sarebbe bello far conoscere alla città e a tutti gli interessati cosa succede lì dentro e cosa si produce (inquinamento) e come vengono trattati gli operai dai loro superiori solo perchè la cosa più importante nella produzione è sempre e solo la produzione, al cospetto dell'ambiente, per poter dare lavoro a diecimila persone, che sicuramente con il mare ed il turismo ci avremmo guadagnato di più...vabbè questa è politica...

Purtroppo la realtà è questa e a quanto pare non possiamo fare altro che accettarla anche se può essere dura da accettare.

E' logico che se ci dovesse essere un'ispezione da parte di qualcuno un giorno qualsiasi, è normale che ci vada una persona di competenza,ma tranquilli che le procedure che giornalmente non vengono fatte, in quel giorno verranno fatte anche perché noi all'interno sappiamo in anticipo quando deve venire qualche ispezione e viene dato una specie di allarme generale, e siamo costretti a fare l'impossibile in poco tempo in modo da far credere che tutto deve apparire il più chiaro possibile.

Esprimo il mio cordoglio alle famiglie dei due ragazzi deceduti oggi e invito i miei colleghi a riflettere e pensare che domani potrebbe accadere a noi...


Amici colleghi,
Questo è il momento in cui bisogna sentire l'orgoglio di vivere,e di combattere la situazione paradossale che stiamo attraversando. Dopo i 40 feriti della settimana scorsa, anche oggi è stato versato sangue innocente, sangue di nostri fratelli,figli,amici,semplici conoscenti...

Anche i Parchi Minerari hanno adesso i loro martiri, 2 morti al momento, e non si conoscono ancora i feriti.

Io sono un lavoratore ILVA a contratto di formazione CFL e sono stufo di subire violenze gratuite. Le angherie che subiamo, devono terminare immediatamente... E quando dico IMMEDIATAMENTE, dico che si è superato ogni limite... È stata superata la soglia che porta dal civile al penale. Noi tutti abbiamo firmato 1 regolare contratto di lavoro,
noi tutti si scende sul posto per lavorare,
non per essere torturati psicologicamente,
non per subire violenza,
non per permettere che la nostra privacy venga costantemente violata.
Sindacato, senza distinzione di sigla (RSU) e direzione fanno finta di non sapere quello che succede, in fondo ti rispondono che lavori all'ILVA.

Se ti confermano alla scadenza del contratto, anziché augurarti un buon proseguimento,ti danno il benvenuto al carcere a vita..
Io non ho commesso nessun reato, non devo scontare nessuna pena!!!!

Certo, le mie affermazioni sono gravi...ma le loro azioni sono diaboliche.

Non mi processeranno per queste mie, perchè sanno che da accusato diventerei pubblico accusatore.
Io ho scelto di essere me stesso,individuo assoluto;di amare il mio orgoglio, la mia solitudine; di vivere nell'idea, di ESSERE L'IDEA..
Insomma NON AVER PAURA DI AVER CORAGGIO...
Pagando di persona se dovrò;
17 mesi in queste condizioni nessuno potrà cancellarli dalla mia vita. Non ho nessuna illusione sul mio destino contrattuale..

Ma vi assicuro che tanti giovani, pur di portare quel misero stipendio a casa sono costretti a subire di tutto.
La Formazione?
Il corso di formazione dura di solito una settimana. Ci parlano del comportamento che dobbiamo avere all'interno dell'azienda, perché ti devi comportare bene. Se ti chiedono di rimanere per uno straordinario, lo devi fare. Se lo fai durante i primi 2 mesi (e lo fai) nemmeno te lo pagano.


Fabio P.

giovedì 12/06/2003 22:20:59


Nome

Roberto 3000 anni

e-mail

r&b@alma.it

Titolo

Tre volte lacrime...

Commento: Prima volta lacrime: è giusto che per guadagnare due soldi, dei ragazzi di 24 e 27 anni siano costretti a morire e per di più in condizioni di disastro annunciato?
Seconda volta lacrime: è giusto che se non ti ammazza una disgrazia, il tuo destino sia segnato a causa delle condizioni di lavoro infami, come una cambiale sulla tua salute che prima o poi passerà all'incasso?
Terza volta lacrime: è giusto che la giunta comunale sappia soltanto (e adesso) indire una manifestazione di piazza per farsi bella davanti all'opinione pubblica dopo aver lasciato mano libera al proprietario dell'Ilva ed ignori, perchè fa meno notizia, che a causa dell'Ilva muoiono 200 tarantini all'anno da più di trent'anni?
Perchè la nostra dignità e le nostre ricchezze devono essere cedute a titolo gratuito a personaggi come Riva e Pieroni che nulla hanno a che spartire con Taranto e che considerano Taranto come una mucca da mungere ed abbandonare quando ormai sarà agonizzante irrimediabilmente?
Ma cos'altro deve accadere perchè ci riprendiamo il nostro destino?
Cos'altro deve accadere perchè smettiamo di credere a qualunque incantatore di serpenti ci prometta "ricchi premi e cotillons"?
Cos'altro deve accadere perchè smettiamo di aspettare la carrozza e ci diamo da fare?
La vogliamo smettere o no di fare gli accattoni?
Io mi auguro che domani, prima che protestare contro Riva, si protesti contro coloro che gli stanno permettendo (e non solo a lui....) di fare e disfare come meglio crede.
NON C'E' FUTURO con Riva e Pieroni, ma solo elemosina, finchè ne avranno voglia.......

giovedì 12/06/2003 21:33:09


Nome

Piero da Siracusa

Titolo

...senza parole...

Commento:




x loro due...



Piero

giovedì 12/06/2003 21:19:01


Nome

GBRB Communication

e-mail

ghiaccioband@yahoo.it

Titolo

Non ci sono più parole ...

Commento:
da www.corsivo.it

SANGUE ALL'ILVA, MORTI DUE OPERAI JONICI
- giovedì 12 giugno 2003 at 18.30
Ancora sangue all'Ilva, ancora un incidente mortale. Stavolta, un doppio incidente, perchè a perdere la vita sono stati due giovani operai nel primissimo pomeriggio di oggi. La cronaca dei fatti parla del crollo di una gru, letteralmente spezzata in due, che era in fase di manutenzione. L'incidente si è verificato nella zona dei parchi minerali. Secondo una prima ricostruzione, a cedere sarebbe stato un braccio della stessa gru: per i due operai, morti schiacciati, non c'è stato davvero nulla da fare. Non è la prima volta che all'interno del grande stabilimento siderurgico si verifica un episodio così grave. Naturalmente sale di nuovo a galla l'annoso problema della sicurezza; non è escluso, infatti, che nelle prossime ore sia convocato un "tavolo tecnico" tra i sindacati ed i vertici aziendali. Per ora la cosa certa è lo sciopero proclamato dagli stessi sindacati.



ULTIMORA. CASO ILVA, DOMANI SI MANIFESTA IN PIAZZA
- giovedì 12 giugno 2003 at 19.55
Non appena appresa la notizia del mortale incidente verificatosi nel primo pomeriggio nello Stabilimento Ilva, il Sindaco ha convocato la Giunta e i Capigruppo consiliari, ha proclamato il lutto cittadino ed ha chiesto che venga convocato con urgenza in Prefettura il tavolo per la sicurezza, al fine di ottenere indicazioni precise sulla dinamica dell'incidente e verificare il livello delle misure per la sicurezza sul lavoro. Con i Capigruppo consiliari è stato deciso di convocare d'urgenza il Consiglio Comunale, invitandovi a partecipare i rappresentanti dei Sindacati territoriali e di categoria.
Questo il testo del documento stilato al termine della riunione:

"Appresa la notizia della tragica morte di giovani lavoratori e dei numerosi feriti coinvolti nell¹incidente verificatosi nel primo pomeriggio all¹interno dello Stabilimento Ilva,

i capigruppo consiliari del Comune di Taranto,

riunitisi con il Sindaco e con i componenti della Giunta, nell¹esprimere la loro profonda solidarietà e commozione, prendono atto che l¹incidente di oggi si inserisce in un clima di insicurezza permanente che ha provocato e continua a provocare gravi incidenti (ultimo in ordine di tempo quello registrato pochi giorni fa al Convertitore 3 dell¹Acciaieria 2); ritengono necessaria l¹urgente convocazione in Prefettura del Tavolo provinciale per la sicurezza sui posti di lavoro, al fine di verificare quali interventi si rendano necessari nel sistema di manutenzione dello stabilimento siderurgico Ilva; impegnano il Consiglio Comunale a convocarsi con urgenza per discutere ed approfondire tali tematiche; invitano la cittadinanza a partecipare alla manifestazione che si svolgerà domani, alle ore 20, in piazza della Vittoria.

giovedì 12/06/2003 20:31:41


Nome

Ghiacciolo gianni

e-mail

giannicalia72@hotmail.com

Titolo

Ancora cronaca Ilva purtroppo...

Commento:
Con immenso dispiacere devo informarvi di un altro incidente mortale all'Ilva.
2 morti
8 feriti gravi.
Sono caduti da un'impalcatura durante il lavoro.
Notizie più precise per il momento non ne ho.

giovedì 12/06/2003 16:15:34


Nome

Francesco - Ghiaccio bollente rossoblu

e-mail

kalifra@libero.it

Titolo

L'acqua calda ...

Commento:
Buongiorno a tutti. La notizia odierna sull'altoforno Ilva mi provoca un senso di fastidio più che di sorpresa. Noi non saremo nessuno dinanzi a tanta scienza che si occupa dei nostri destini ... però io ho ben presente una lettera di Mauro Original di qualche mese fa proprio sulle dinamiche di mercato relative alla siderurgìa italiana nel contesto mondiale causa la forte concorrenza dei paesi emergenti (e tutte ineluttabilmente a danno nostro), ricordo bene una collana di pensierini su Taranto Sera da parte di Roberto (i racconti di una Taranto che verrà ... dove il destino dell'acciaio da noi era già ben disegnato, anzi "segnato"), ricordo le approfondite ricerche fatte da Marescotti sul tema, con la conclusione che l'acciaio europeo è comunque in posizione subalterna rispetto ai grandi circuiti gestiti dagli Usa, sommessamente ricordo cosa il sottoscritto, tra l'altro, sottolineò ai presenti e all'on. Tucci il giorno della riconsegna del Gagliardetto: "nessun accanimento, ma affrettarsi ad andare oltre l'Ilva"

Nel vicino Salento stanno avendo splendidi risultati da qualche anno a questa parte, proprio perchè non ce l'avevano e non ce l'hanno un'Ilva, invece di dormire e aspettare la manna dal cielo, hanno creduto di più al vecchio adagio

"... CHI FA DA SE' FA PER TRE !!!"

che se lo vogliamo condìre con "L'unione fa la forza" sono il coktail vincente di cui proprio in Salento, e sotto tanti aspetti, stanno capendo e verificando i benefìci e ad occhi spalancati.
Perciò NIENTE ALIBI!!! Sud, Nord, Est, Ovest e chiacchiere varie!!! IL SALENTO NON E' AL NORD!!! E' A DUE PASSI DA NOI!!! POCHE SCUSE !!! IN SALENTO ci hanno creduto, ci credono, tutti insieme, e stanno vincendo una grande battaglia.

giovedì 12/06/2003 10:25:48


Nome

GBRB Communication

e-mail

ghiaccioband@yahoo.it

Titolo

TardeTà

Commento:
Dal Corgiorno e dalla Gazzetta del Mezzogiorno

Taranto giornopergiorno
clicca qui

giovedì 12/06/2003 09:36:49


Nome

GBRB Communication

e-mail

ghiaccioband@yahoo.it

Titolo

MagicoRossoblu

Commento:
Dal Corgiorno

Le ultime sul Taranto

giovedì 12/06/2003 09:22:57


Nome

GBRB Communication

e-mail

ghiaccioband@yahoo.it

Titolo

Riceviamo e vi giriamo

Commento:
Cara Redazione, posso avere una mano a divulgare l'istituzione di un premio di tesi sulla Provincia di Taranto ?
Grazie per la eventuale collaborazione.
Sen. Giovanni Battafarano
Resto a disposizione per eventuali chiarimenti
(giovanni@battafarano.it)
www.battafarano.it

----------------------

PREMIO DI TESI

1° Edizione

Istituzione di un premio di tesi, finanziato dal Senatore Giovanni Battafarano, riservato ai candidati in possesso di laurea o diploma universitario, finalizzato alla valorizzazione e allo studio del territorio della Provincia di Taranto. 

Il premio di tesi ammonta a € 1.000,00 (euro mille/00).

La Commissione esaminatrice è costituita, da Prof. Sebastio ( Presidente ), Prof.Labanca, Prof. Capra, Prof. Tursi, Avv. Albanese.

La premiazione avverrà Venerdì 19 Dicembre 2003.

REQUISITI PER L’AMMISSIONE ALLA SELEZIONE

Per l’ammissione alla selezione è richiesto il possesso dei seguenti requisiti:

1) laurea o diploma universitario;

2) l’argomento della tesi di Laurea, deve consistere in uno studio su aspetti significativi della realtà ionica.

3) La tesi deve essere stata discussa dopo il 1.1.2000 e non oltre il 15 Novembre 2003.

mercoledì 11/06/2003 19:28:43


Nome

GBRB Communication

e-mail

ghiaccioband@yahoo.it

Titolo

Altri Sport rossoblu

Commento:
da Corgiorno

Atletica
Volley
Tennis
Basket
clicca qui
poi vai ad Altre Notizie

mercoledì 11/06/2003 19:01:26


Nome

Silvietto

Commento: Grazie uagnù,per gli auguri e le belle parole. Roberto allora ti aspetto la prossima settimana,e per chi si voglia inserire,SanSerito è tutti i giorni. P.S.stoc'a squagghiè e la raffo stà finendo.

mercoledì 11/06/2003 17:16:06



Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 326 327 328 329 330 331 332 333 334 335 336 337 338 339 340 341 342 343 344 345 346 347 348 349 350 351 352 353 354 355 356 357 358 359 360 361 362 363 364 365 366 367 368 369 370 371 372 373 374 375 376 377 378 379 380 381 382 383 384 385 386 387 388 389 390 391 392 393 394 395 396 397 398 399 400 401 402 403 404 405 406 407 408 409 410 411 412 413 414 415 416 417 418 419 420 421 422 423 424 425 426 427 428 429 430 431 432 433 434 435 436 437 438 439 440 441 442 443 444 445 446 447 448 449 450 451 452 453 454 455 456 457 458 459 460 461 462 463 464 465 466 467 468 469 470 471 472 473 474 475 476 477 478 479 480 481 482 483 484 485 486 487 488 489 490 491 492 493 494 495 496 497 498 499 500 501 502 503 504 505 506 507 508 509 510 511 512 513 514 515 516 517 518 519 520 521 522 523 524 525 526 527 528 529 530 531 532 533 534 535 536 537 538 539 540 541 542 543 544 545 546 547 548 549 550 551 552 553 554 555 556 557 558 559 560 561 562 563 564 565 566 567 568 569 570 571 572 573 574 575 576 577 578 579 580 581 582 583 584 585 586 587 588 589 590 591 592 593 594 595 596 597 598 599 600 601 602 603 604 605 606 607 608 609 610 611 612 613 614 615 616 617 618 619 620 621 622 623 624 625 626 627 628 629 630 631 632 633 634 635 636 637 638 639 640 641 642 643 644 645 646 647 648 649 650 651 652 653 654 655 656 657 658 659 660 661 662 663 664 665 666 667 668 669 670 671 672 673 674 675 676 677 678 679 680 681 682 683 684 685 686 687 688 689 690 691 692 693 694 695 696 697 698 699 700 701 702 703 704 705 706 707 708 709 710 711 712 713 714 715 716 717 718 719 720 721 722 723 724 725 726 727 728 729 730 731 732 733 734 735 736 737 738 739 740 741 742 743 744 745 746 747 748 749 750 751 752 753 754 755 756 757 758 759 760 761 762 763 764 765 766 767 768 769 770 771 772 773 774 775 776 777 778 779 780 781 782 783 784 785 786 787 788 789 790 791 792 793 794 795 796 797 798 799 800 801 802 803 804 805 806 807 808 809 810 811 812 813 814 815 816 817 818 819 820 821 822 823 824 825 826 827 828 829 830 831 832 833 834 835 836 837 838 839 840 841 842 843 844 845 846 847 848 849 850 851 852 853 854 855 856 857 858 859 860 861 862 863 864 865 866 867 868 869 870 871 872 873 874 875 876 877 878 879 880 881 882 883 884 885 886 887 888 889 890 891 892 893 894 895 896 897 898 899 900 901 902 903 904 905 906 907 908 909 910 911 912 913 914 915 916 917 918 919 920 921 922 923 924 925 926 927 928 929 930 931 932 933 934 935 936 937 938 939 940 941 942 943 944 945 946 947 948 949 950 951 952 953 954 955 956 957 958 959 960 961 962 963 964 965 966 967 968 969 970 971 972 973 974 975 976 977 978 979 980 981 982 983 984 985 986 987 988 989 990 991 992 993 994 995 996 997 998 999 1000 1001 1002 1003 1004 1005 1006 1007 1008 1009 1010 1011 1012 1013 1014 1015 1016 1017 1018 1019 1020 1021 1022 1023 1024 1025 1026 1027 1028 1029 1030 1031 1032 1033 1034 1035 1036 1037 1038 1039 1040